Vus, critiche anche da WWF | Spoleto convoca Soci - Tuttoggi

Vus, critiche anche da WWF | Spoleto convoca Soci

Redazione

Vus, critiche anche da WWF | Spoleto convoca Soci

Sindaco Cardarelli chiama Coordinamento | Presidente Wwf Presenzini, “chi paga il conto degli errori commessi?”
Mar, 29/08/2017 - 11:01

Condividi su:


Piovono critiche sulla Vus anche dal WWF di Perugia e dal suo presidente, Sergio Presenzini, che in una nota stampa chiede conto di alcune presunte irregolarità in merito alla gestione dei rifiuti.

L’affondo del WWF arriva nel pieno della querelle tra il Comune di Spoleto e il board dell’azienda multiservizi che ha convinto il presidente Maurizio Salari a presentare le proprie dimissioni dall’incarico: dimissioni non ancora formalizzate.

Intanto il Cda che si sarebbe dovuto tenere lunedì scorso, è stato posticipato da Salari al prossimo 6 settembre. Forse in quella sede formalizzerà la sua decisione, che dovrà in ogni caso essere sottoposta alla votazione dell’Assemblea dei soci.

Il braccio di ferro innescato dall’assessore di Spoleto Gianmarco Profili e il n. 1 di Vus ha aperto una crisi politico-istituzionale che tiene sulle spine alcune amministrazioni comunali. A cominciare da quella di Foligno.

LA QUERELLE TRA AFFONDI, DIMISSIONI E DOCUMENTI

Le critiche del WWF – è in questo quadro già bollente che Presenzini, anche tramite la pagina Facebook, chiede conto a board e management aziendali della gestione dei rifiuti. “La raccolta differenziata non decolla – scrive il presidente di Perugia -, le percentuali che dovevano raggiungere già da qualche anno gli obiettivi minimi del 65% stabiliti per legge, sono miseramente falliti”. Il leader del movimento ambientalista va oltre annunciando “numerose contestazioni di illecito ambientale elevate a carico dell’azienda Vus da parte della Arpa e degli organi preposti”.

(il comunicato del WWF pubblicato sulla pagina Facebook del movimento ambientalista)

Critiche pesantissime di cui finora non si era avuta notizia e che chiamano in causa l’azienda.

I numerosi illeciti contestati ai dirigenti responsabili della gestione degli impianti – si legge nella nota – si riferiscono principalmente al settore rifiuti e depurazione, illeciti che accendono una pericolosa spia, indicando una direzione nella gestione non esattamente corretta degli impianti. Cosa che fa emergere chiaramente che c’è qualcosa che non va, al di la dei comunicati rassicuranti dell’azienda. Ad esempio il depuratore di Colfiorito, solo dopo reiterate denunce del WWF e di altri Organi di Polizia, può finalmente oggi definirsi messo in sicurezza e archiviato come un caso risolto, ma decine di altri impianti gestiti da VUS, rimangono critici”. Il WWF quindi chiede “chi ha pagato e pagherà il conto finale degli errori commessi dai dirigenti VUS?”. Richiamandosi ad una interpellanza comunale, Presenzini pone 4 domande all’azienda: se e quante sanzioni sono state elevate, a quanto ammonta la spesa, da chi sono state pagate e se vi sono procedimenti penali in corso.

Soci convocati – intanto dal Comune di Spoleto trapela la notizia che il sindaco Fabrizio Cardarelli ha convocato per mercoledì 30 agosto una riunione del Coordinamento dei soci per fare il punto della situazione.

Con Spoleto dovrebbero quindi ritrovarsi i sindaci di Foligno (maggiore azionista in Vus), Spello, Trevi e Sant’Anatolia di Narco.

Impossibile conoscere gli argomenti all’ordine del giorno ma va da sé che si tornerà ad affrontare quanto la città del festival, insieme all’unione dei Comuni, hanno più volte ribadito: la necessità di un direttore generale esterno e una più sana e prudente gestione con particolare riferimento al personale dell’azienda.

Con ogni probabilità la discussione finirà anche sul tema del bilancio, dopo che il professor Cardarelli avrebbe ricevuto (il condizionale è d’obbligo) una relazione da parte dell’assessore al bilancio Corrado Castrovillari.

L’ex manager prestato alla politica che in poco tempo ha invertito il segnale negativo in cui giacevano le casse comunali, ha studiato infatti gli ultimi bilanci della Vus riscontrando alcune “anomalie” che darebbero ragione alle critiche sollevate da alcuni comuni soci.

© Riproduzione riservata

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!