Una pediatra per 10 Comuni, nessuno vuole andare in Valnerina - Tuttoggi

Una pediatra per 10 Comuni, nessuno vuole andare in Valnerina

Sara Fratepietro

Una pediatra per 10 Comuni, nessuno vuole andare in Valnerina

Mer, 10/11/2021 - 15:20

Condividi su:


Un'unica pediatra per 4 ambulatori da Norcia a Scheggino. Usl Umbria 2: "Poste in essere tutte le procedure contrattualmente previste per fare fronte alla situazione"

Una unica pediatra di libera professione per 10 comuni ed un vasto territorio, montano e a varie decine di km dai reparti ospedalieri di Pediatria più vicini (Foligno e Terni).

È sempre più critica la situazione sanitaria in Valnerina dove da mesi ormai le famiglie sono alle prese con un significativo problema: l’assenza di pediatri.

Una pediatra sola per i bambini di 10 comuni

Alla carenza che già si registrava in passato, infatti, si è aggiunto il trasferimento a Spoleto di una pediatra che prestava servizio nella media Valnerina. E così per tutto il territorio che va da Scheggino a Norcia ne rimasta soltanto una.

Da parte della dottoressa in questione c’è stata massima disponibilità ad ampliare l’attività facendo ambulatorio in tutto il territorio. Ma ovviamente i disagi per le famiglie sono notevoli soprattutto in questo periodo in cui iniziano raffreddori e mali stagionali, in concomitanza con le incombenze per il Covid (casi sospetti, tamponi, isolamento…). Il risultato è che i genitori spesso ripiegano sulla guardia medica, anch’essa oberata di lavoro.

Ambulatorio in 4 Comuni

È difficile riuscire a contattare al telefono la pediatra – racconta una mamma – visto che ci vengono indicati come orari per chiamarla dalle 8 alle 9,30 e dalle 17 alle 18″.

Questo ovviamente per garantire le visite mediche in ambulatorio (su appuntamento) nei 4 diversi punti della Valnerina in cui la dottoressa riceve. La pediatra, infatti, visita il lunedì 2 ore a Norcia e 1 a Scheggino, il martedì tre ore e mezzo a Borgo Cerreto, il mercoledì due ore a Cascia e un’ora Borgo Cerreto, il giovedì tre ore e mezzo a Borgo Cerreto ed il venerdì due ore a Norcia. Dopo il trasferimento dell’altra dottoressa, infatti, la pediatra rimasta in Valnerina fa ambulatorio anche a Scheggino, tamponando così la problematica sollevata dai sindaci anche di Sant’Anatolia di Narco e Vallo di Nera.

Usl attivata ma non si trovano pediatri per la Valnerina

Il problema dei pediatri in Valnerina permane ormai da mesi, nonostante l’Usl Umbria 2 si sia attivata in tal proposito. “L’azienda ha posto in essere tutte le procedure contrattualmente previste per fare fronte alla situazione. C’è difficoltà a reperire le figure di pediatra di libera scelta” chiarisce in merito l’Usl 2.

Insomma in Valnerina evidentemente i pediatri non vogliono andare. Visto che una situazione simile non si registra in nessun altro distretto sanitario dell’Umbria, nemmeno in altre aree interne.

Ma la carenza di questa tipologia di medici come è noto si manifesta anche negli ospedali. Emblematico il caso dell’ospedale di Spoleto, dove il Punto nascite ed il reparto di Pediatria non possono riaprire proprio stante l’indisponibilità di pediatri.

(Image by Julio César Velásquez Mejía from Pixabay)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!