Un "elisir" per la Valnerina | Il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “all’opera” - Tuttoggi

Un “elisir” per la Valnerina | Il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “all’opera”

Redazione

Un “elisir” per la Valnerina | Il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “all’opera”

Si sta ultimando il montaggio delle scenografie presso la Sala della Pace di Cascia
martedì, 07/05/2019 - 15:10

Condividi su:


Un “elisir” per la Valnerina | Il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “all’opera”

E’ tutto pronto per il debutto a Cascia de “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, opera realizzata dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” nell’ambito del Progetto “Opera Insieme 2 – Canto per la Valnerina e per Spoleto”.

Si sta ultimando il montaggio delle scenografie presso la Sala della Pace di Cascia.

Il regista e il direttore stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli del coordinamento registico e musicale degli oltre 100 partecipanti tra i Cantanti Solisti del Teatro Lirico Sperimentale, l’ensemble strumentale, i Cori degli adulti e dei bambini, e le bande musicali.

“L’elisir d’amore”, opera di Gaetano Donizetti, nella forma ridotta dal M.° Mariachiara Grilli (durata 1h 30’), debutterà presso la Sala della Pace di Cascia giovedì 9 maggio alle ore 20.30 e replicherà venerdì 10 maggio, sempre alle 20.30.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

L’operazione è parte del Progetto “Opera Insieme 2 – canto per la Valnerina e per Spoleto”, pensato dal Teatro Lirico Sperimentale dopo il vasto successo de “La Cenerentola”, andata in scena lo scorso anno a Norcia, a Cascia e a Spoleto in occasione del Festival dei Due Mondi.

Quest’anno, a causa sfortunatamente dell’indisponibilità di spazi, il Teatro Lirico Sperimentale ha pensato di realizzare tre Concerti Lirico Vocali con i Cantanti Solisti, presso il Centro di Valorizzazione di Norcia, nei giorni di venerdì 14 giugno alle 20.30, domenica 16 giugno alle 18.00 e sabato 22 giugno alle 21.00, oltre ad altri due Concerti dei bambini dei “Piccoli Cori della Valnerina e di Spoleto”, nei giorni di sabato 12 ottobre 2019 e sabato 9 novembre 2019, sempre nei locali del Centro di Valorizzazione di Norcia.

Agli inizi del mese di settembre sarà previsto inoltre, sempre nel capoluogo nursino, uno speciale evento, al momento ancora in via di definizione e dedicato alle popolazioni terremotate della Valnerina.

La versione de “L’elisir d’amore” è resa possibile grazie al sostegno del Mibac – Ministero per i Beni e le Attività Culturali – e della Regione Umbria, della Comunità Agostiniana – Santuario di Santa Rita da Cascia – e dell’Alveare di Santa Rita da Cascia, Casa d’Accoglienza la cui fondazione fu promossa negli anni Trenta del Novecento dall’operato della Beata Madre Teresa Fasce.

Direttore e Maestro Concertatore dell’opera sarà il M.° Mariachiara Grilli.

La regia e l’allestimento scenico saranno del M.° Andrea Stanisci.

I Cantanti Solisti del Teatro Lirico Sperimentale selezionati attraverso il Concorso “Comunità Europea” per Giovani Cantanti Lirici ed apposite libere audizioni, saranno le soprano Susanna Wolff (Adina) e Miryam Marcone (Giannetta), il tenore Emanuel Bussaglia (Nemorino) e i baritoni Ferruccio Finetti (Dulcamara) e Paolo Ciavarelli (Belcore).

E’ previsto anche un quintetto di fiati composto da Irene Corgnale (flauto), Giacomo Poggiani (clarinetto), Emanuele Scalzo (oboe), Daniele Liburdi (corno), Alessio Costanzi (fagotto), mentre i M° Davide Finotti e Luca Spinosa partecipano alla produzione in qualità di maestri collaboratori ai sovratitoli e alle luci.

Si esibiranno anche la Corale di Santa Rita da Cascia ed il Coro di San Benedetto Città di Norcia, preparati da Rita Narducci e coordinati da Ivano Granci, i bambini dell’organico dei “Piccoli Cori della Valnerina e di Spoleto”, preparati in questi mesi dai M° Sara Cresta, Klara Luznik e Mauro Presazzi, nonché le Bande musicali di Bevagna, di Cascia, di Norcia e di Spoleto, dirette dal M.° Filippo Salemmi.

Le scene saranno realizzate da Publi 2 M, mentre il servizio luci e fonica da Opera 26.

Il Direttore di scena è Irene Lepore.

Il coordinamento organizzativo è affidato a Gloria Bagatti, Raffaella Clerici e Marta D’Atri.


Condividi su:


Aggiungi un commento