Umbria sempre più open source, crescono gli eventi dedicati alla diffusione delle soluzioni FLOSS

Umbria sempre più open source, crescono gli eventi dedicati alla diffusione delle soluzioni FLOSS


share

Venerdì 30 novembre dalle ore 9 per l’intera giornata al Centro Congressi Capitini di Perugia il Centro di Competenza Open Source della Regione Umbria, in collaborazione con il Consorzio SIR Umbria, organizza FLOSS in festa 2012. L’evento intende festeggiare i sei anni trascorsi dall’approvazione della Legge Regionale 11 del 2006 a sostegno del software libero, promuovendo le soluzioni FLOSS disponibili e pronte al riuso realizzate, ovvero applicazioni gratuite sviluppate con software di tipo open source. “La mattina – afferma il presidente del CCOS Osvaldo Gervasi – sarà dedicata all’approfondimento di tematiche di interesse attuale come l’opendata, la scuola 2.0, le migrazioni a suite d’ufficio di tipo open source con particolare riferimento al progetto LibreUmbria, che porterà, fin dai prossimi mesi, le Pubbliche Amministrazioni umbre all’adozione capillare negli uffici del software libero LibreOffice”.

L'INCONTRO – Ad alternarsi durante la mattina saranno Morena Ragone, giurista e vicepresidente Wikitalia e Circolo Giuristi Telematici, che tratterà il tema dell’open government, Elisabetta Nanni, esperta di tecnologie open per la scuola 2.0, Italo Vignoli di Document Foundation, che presenterà i protocolli di riferimento per la migrazione al software libero, per concludere con Stefano Paggetti, direttore del Consorzio SIR Umbria, che esporrà gli obiettivi e le modalità di attuazione del progetto LibreUmbria. “FLOSS in Festa – afferma Paggetti – è l'occasione per far conoscere progetti, idee e persone che hanno contribuito alla diffusione del software libero in Umbria. Con il progetto LibreUmbria si apre una nuova fase che vede impegnate numerose pubbliche amministrazioni nella migrazione verso LibreOffice e che continuerà nel 2013 con gli interventi dell'Agenda Digitale per un’amministrazione aperta e trasparente, volano di sviluppo del nostro territorio”.

Il pomeriggio sarà dedicato interamente alla presentazione delle soluzioni FLOSS per la PA e la scuola, in grado di consentire l’implementazione di importanti servizi, mantenendo i costi di attivazione e manutenzione estremamente contenuti. Grazie alla collaborazione dei Linux User Group dell’Umbria, saranno presentati i diversi applicativi, anche attraverso una dimostrazione pratica di utilizzo delle stesse. Si partirà con l’illustrazione dell’uso di LibreOffice a scuola e in azienda, per passare al programma di gestione dei registri didattici per le scuole, alla modalità di realizzazione di aule informatiche a basso costo attraverso il progetto Linux Terminal Server Project. La seconda parte del pomeriggio proseguirà con la presentazione delle Lavagne Multimediali Interattive e delle tecnologie FLOSS GeoSpatial per la gestione dei dati geografici aperti. A seguire l’illustrazione di modalità di gestione di siti Web con tecnologie open source e di politiche efficaci di sicurezza informatica da implementare a scuola e in azienda.

IL PROGRAMMA  dettagliato della giornata è consultabile sul sito Internet http://www.ccos.regione.umbria.it/?q=node/68. “Passi considerevoli – dice soddisfatto Gervasi – sono stati fatti in questi sei anni verso l’applicazione di quanto dettato dalla Legge Regionale 11 grazie alla collaborazione attiva di persone entusiaste in grado di portare avanti progetti impegnativi nelle Pubbliche Amministrazioni umbre”. FLOSS in festa vuole essere l’occasione per festeggiare questi importanti traguardi e gettare uno sguardo fiducioso al futuro dell’open source in Umbria.

share

Commenti

Stampa