Umbertide, protesta FGC "Giù le mani dall’ospedale" | Covid, superati 100 positivi - Tuttoggi

Umbertide, protesta FGC “Giù le mani dall’ospedale” | Covid, superati 100 positivi

Davide Baccarini

Umbertide, protesta FGC “Giù le mani dall’ospedale” | Covid, superati 100 positivi

Sab, 31/10/2020 - 18:33

Condividi su:


Umbertide, protesta FGC “Giù le mani dall’ospedale” | Covid, superati 100 positivi

Questa mattina (sabato 31 Ottobre) il Fronte della Gioventù Comunista, assieme ai lavoratori dell’ospedale di Umbertide, ha portato in Piazza del Mercato le istanze legate allo “smantellamento” del nosocomio locale: sulla scia della mancata ripartenza dei servizi presso l’ospedale di Pantalla, e della conversione totale, improvvisata e mal calcolata dell’ospedale di Spoleto in Covid Hospital, “continua la dismissione dei servizi sanitari territoriali” hanno denunciato in coro i manifestanti.

Il FGC contesta come l’ospedale di Umbertide, riferimento per un’utenza di più di 26mila cittadini, “sia stato privato di numerosi servizi fondamentali, quali il pronto soccorso h24 (ridotto a mezzo servizio), la RSA chiusa e il trasferimento di gran parte del personale a Città di Castello. Questi tagli non sono finalizzati, però, alla conversione dell’ospedale in centro covid, ma sono una vera e propria soppressione di servizi per potenziare la struttura tifernate a discapito dell’utenza di migliaia di persone, che si vedono private del diritto alla salute”.

Si fa evidente la volontà di accentrare il servizio pubblico nei capoluoghi di regione e a Città di Castello, non tutelando l’utenza a causa della lontananza di questi centri. Un accentramento che svende il servizio pubblico aprendo l’ingresso dei privati nel mercato della sanità, che costringe migliaia di cittadini a dover pagare una struttura privata per vedersi garantito un servizio che il pubblico può erogare solo con mesi di attesa e decine di chilometri da percorrere

Il FGC e i lavoratori hanno poi organizzato una raccolta firme presso il presidio pubblico tenutosi stamattina, per difendere l’ospedale pubblico e rendere di nuovo fruibili i servizi che sono stati soppressi o depotenziati. Anche il Pd Umbertide, con il capogruppo Filippo Corbucci, giorni fa si è appellato ai cittadini “affinché sia tutelato il diritto alla cura, non vengano smantellati servizi, e il pronto soccorso torni pienamente funzionante così come la RSA”, lanciando la petizione “Difendiamo tutti insieme i servizi sanitari di Umbertide”

Sul fronte Covid-19, intanto, non arrivano certo buone notizie: nelle ultime 24 ore, infatti, sono addirittura 20 i nuovi di casi positivi (con 4 guarigioni). Ad oggi, dunque, i contagi nel territorio comunale sono complessivamente 101, di cui 98 in isolamento domiciliare e 3 ricoverati in strutture sanitarie della regione.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!