Umbertide, Corte dei Conti certifica "regolarità e bontà" bilancio - Tuttoggi

Umbertide, Corte dei Conti certifica “regolarità e bontà” bilancio

Redazione

Umbertide, Corte dei Conti certifica “regolarità e bontà” bilancio

Lo comunica l'Amministrazione che cita la delibera della Sezione Regionale di Controllo per l’Umbria n. 116 del 23 ottobre 2014
Ven, 21/11/2014 - 12:33

Condividi su:


In merito a quanto affermato recentemente da Umbertide Cambia, che ricordava tra le altre cose come “l’eccessiva mole di residui attivi e passivi” del bilancio comunale fosse un dato di fatto, l’Amministrazione Comunale ribadisce che quanto detto non corrisponde alla realtà e coglie l’occasione per comunicare il contenuto della delibera della Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per l’Umbria n. 116 del 23 ottobre 2014, trasmessa all’Ente giovedì 20 novembre.

Dal momento che Umbertide Cambia dichiara di affidarsi alle valutazioni dei revisori dei conti e della Corte dei conti per la regolarità contabile del bilancio, – afferma il Comune – vogliamo rendere noto che la delibera della Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per l’Umbria n. 116 del 23 ottobre 2014 ha certificato, per il periodo 2009-2014, la bontà e la regolarità del bilancio in tutte le sue componenti. Infatti la Corte ha certificato la regolarità dell’attività amministrativa, il raggiungimento di tutti gli obiettivi previsti e assegnati, la regolare e sana situazione economica, il rispetto continuo del patto di stabilità, il rispetto della riduzione della spesa di personale, l’assenza di rilievi di criticità o di gravi irregolarità gestionali, il contenimento della spesa”.

Tutto questo – sottolinea l’Amministrazione – finalmente fornisce la realtà dei fatti che in questi ultimi giorni è stata ferocemente ribaltata da una parte della minoranza”.

Infine, a riprova della bontà della scelta di cedere le quote dell’Aimet srl, il Comune cita l’articolo del Sole 24 ore di lunedi 17 novembre 2014, che sollecita gli Enti a velocizzare la vendita delle quote di partecipazione in società in quanto, come previsto dal comma 569 della L. 147/2014, tutti gli enti dovranno farlo tassativamente entro il 6 marzo 2015.

E’ bene ricordare – conclude l’Amministrazione Comunale –  che ogni scelta ed ogni decisione da noi presa, viene solo ed esclusivamente a tutela degli interessi dei cittadini e che la struttura comunale è formata da personale professionale, competente ed altamente qualificato, che con il suo lavoro garantisce la sana e regolare attività amministrativa”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!