Tutela immagine Ceri, presidente Marini sta con Smacchi - Tuttoggi

Tutela immagine Ceri, presidente Marini sta con Smacchi

Redazione

Tutela immagine Ceri, presidente Marini sta con Smacchi

"Se chi è titolare dei Ceri decide di intraprendere un'azione noi potremmo supportarla e affiancarla costituendoci in giudizioanche come comunità regionale"
Mar, 18/10/2016 - 10:41

Condividi su:


Il consigliere regionale Andrea Smacchi (Partito Democratico), nel question time del Consiglio regionale di ieri (lunedì 17 ottobre), è tornato a parlare dell‘uso improprio dell’immagine dei Ceri e ha chiesto di conoscere “quali iniziative l’Esecutivo intende intraprendere per tutelare l’istituzione regionale, i suoi rappresentanti ed, appunto, i relativi simboli”. L’atto ispettivo, ha sottolineato Smacchi, “è conseguente all’uso recente dello stemma sui social network, dove sono comparse immagini riconducibili ad aziende, associazioni e movimenti politici raffiguranti il logo della Regione Umbria con il chiaro intento di denigrare l’Istituzione regionale”.

Il patrocinio e l’autorizzazione all’utilizzo del logo della Regione rappresentano un riconoscimento morale che viene concesso a manifestazioni e iniziative ritenute meritevoli di apprezzamento per le finalità che esse si prefiggono e che la loro concessione non comporta comunque benefici finanziari di alcun genere a favore del soggetto richiedente. L’autorizzazione all’utilizzo del logo istituzionale della Regione è rilasciata dalle competenti strutture amministrative della Giunta regionale e dell’Assemblea legislativa a seguito di richieste scritte

Nella risposta la presidente Catiuscia Marini ha detto di “condividere le considerazioni, le perplessità e anche la posizione netta di contrarietà espressa dal consigliere Smacchi. Almeno due delle tre campagne hanno trovato scuse pubbliche e sono state revocate”.

La Regione può tutelare il logo regionale nella sua interezza, che prende nella sua grafica a simbolo i ceri con dicitura ‘Regione Umbria’. Abbiamo una disciplina attenta su come si dà il patrocinio e il logo, che prevede le modalità con cui esercitare diffide o richieste di risarcimento per l’immagine dell’ente. Questo quando viene utilizzato il logo nella sua interezza. Distinta è la disciplina di tutela dei Ceri in quanto tradizione storica e simbolo di una comunità. La tutela dei Ceri deve trovare apposita disciplina negli enti titolari dei Ceri stessi. Nei casi rappresentati nell’interrogazione siamo in presenza di un uso del simbolo e non del logo. Altra cosa sono le distinzioni di carattere politico a tutela dei Ceri in quanto parte della storia integrante di Gubbio e della comunità regionale. Quindi credo che anche l’Università dei Muratori si ponga il tema di azioni di protezione dei Ceri in quanto simbolo e carattere distintivo della comunità eugubina. Se chi è titolare dei Ceri decide di intraprendere un’azione noi potremmo supportarla e affiancarla costituendoci in giudizio anche come comunità regionale

Nella sua replica Smacchi ha ricordato che “a Gubbio si sta cercando di trovare una soluzione perché manca un vero e proprio ente per la tutela della Festa dei Ceri. Nello specifico, in un’immagine come quella della campagna del Movimento 5 Stelle è chiaro l’utilizzo dello stemma regionale. Mentre posso capire gli intenti commerciali e di promozione di alcune società o associazioni, in un movimento politico la cosa è ancora più grave; c’è quindi un intento quasi premeditato. Dal capogruppo Liberati mi è stato detto che questa campagna è stata ritirata. Diamoci una mano perché questo stemma possa essere tutelato al meglio”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!