Turismo in ripresa, a Spoleto aumenti da record a luglio: i dati - Tuttoggi

Turismo in ripresa, a Spoleto aumenti da record a luglio: i dati

Sara Fratepietro

Turismo in ripresa, a Spoleto aumenti da record a luglio: i dati

Mar, 17/08/2021 - 12:07

Condividi su:


Quello di Spoleto è il comprensorio che in Umbria a luglio 2021 registra maggiori aumenti rispetto allo stesso mese del 2019. Bene anche la Valnerina

I turisti italiani scelgono Spoleto per passare le vacanze estive. Il comprensorio Spoletino è infatti quello dove in Umbria si registrano gli aumenti maggiori sia di arrivi che di presenze turistiche nel mese di luglio 2021.

Merito di Don Matteo e del clamore mediatico provocato dalla notizia dell’avvicendamento tra Terence Hill e Raoul Bova? In parte può darsi. Senza dimenticare che luglio è stato anche il periodo in cui si è in parte svolto il Festival dei Due Mondi, che nonostante le normative antiCovid ha avuto ottimi risultati.

I risultati più che positivi per il comprensorio emergono nel raffronto con i dati di luglio 2019 (prima, dunque, della pandemia). Mentre rispetto all’annus horribilis 2020, tutti i comprensori umbri fanno registrare forti aumenti di arrivi e presenze. Tornano anche gli stranieri, ma rispetto al 2019 si registra comunque ancora un forte calo.

Turismo a Spoleto in controtendenza a luglio

Stando ai dati della Regione Umbria relativi al mese di luglio 2021 raffrontati a due anni prima, se il totale dei visitatori vede il segno meno a livello generale (-4,1% di arrivi e -13,3% di presenze), il comprensorio di Spoleto è assolutamente in controtendenza: +23,4% di arrivi e +11,9% di presenze. Nessun altro comprensorio fa altrettanto bene.

Ma anche la Valnerina ad esempio registra aumenti: +12,9% di arrivi e +4% di presenze. Mentre nel Ternano si assiste ad un +19,1% di arrivi e +1,6% di presenze. Dati sempre relativi a luglio 2021 paragonati a luglio 2019. Aumento a doppia cifra anche per l’Eugubino, ma solo per gli arrivi (+23,4%) visto che le presenze registrano un -7,1%.

Dati positivi solo per arrivi e presenze di italiani

Analizzando nel dettaglio i dati del comprensorio di Spoleto (sempre luglio 2021 raffrontato a luglio 2019), vanno bene sia le strutture alberghiere che l’extralberghiero. Ma con aumenti limitati agli italiani, visto che i turisti stranieri fanno registrare ancora il segno meno (ma in ripresa rispetto al 2020).

In particolare, gli arrivi nelle strutture alberghiere e residenze d’epoca fanno registrare un 18,9% (creato da un +38,5% di italiani e un -49,3% di stranieri), mentre le presenze registrano un 13,9% in più (+37,4% di italiani, -51,1% di stranieri). Passando al settore extralberghiero, gli arrivi di italiani fanno registrare un +57% e le presenze +34,2%, mentre il calo di stranieri è più contenuto rispetto al settore alberghiero: -29,3% di arrivi e -18,2% di presenze. Il totale di turisti nel comprensorio di Spoleto che a luglio hanno scelto il settore extralberghiero fa registrare un +29,3% di arrivi e un +10,3% di presenze. Come detto, a livello totale, lo Spoletino (area che comprende anche Giano dell’Umbria, Castel Ritaldi e Campello sul Clitunno) registra un +23,4% di arrivi e un +11,9% di presenze (con un +46% di arrivi di italiani e un +35,8% per le presenze e cali rispettivamente del 38,8% e del 28,5% per gli stranieri).

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!