Troppi motorini 'modificati', scatta ordinanza. Sindaco sgrida genitori

Troppi motorini ‘modificati’, scatta ordinanza | Sindaco “tira le orecchie” ai genitori

Sara Fratepietro

Troppi motorini ‘modificati’, scatta ordinanza | Sindaco “tira le orecchie” ai genitori

Ven, 11/06/2021 - 11:02

Condividi su:


Il sindaco Laura Pernazza ha risposto a tutti coloro che hanno sollevato la polemica con un lungo post in cui spiega il motivo dell'ordinanza

Polemica ad Amelia su un’ordinanza che riguarda la limitazione dei ciclomotori nel centro storico.

Dopo numerose segnalazioni di cittadini rispetto a un denso traffico di motorini ‘truccati’ per le vie del centro storico, il sindaco di Amelia, Laura Pernazza, ha disposto appunto un atto che dispone varie limitazioni.

L’ordinanza

Nell’ordinanza si legge che il centro storico “è interessato da una particolare concentrazione di ciclomotori che raggiungono le aree di aggregazione dei ragazzi, circolando il più delle volte in gruppi e creando disturbo e fastidio per l’alto livello sonoro prodotto durante il passaggio lungo le vie strette ovvero ‘in trincea‘”.

Limitazioni Ztl

In virtù dell’ordinanza n. 8 del 08/02/2018 le limitazioni alla Ztl ha incluso nel divieto anche le categorie dei ciclimotori e scooter a due, tre e quattro ruote, dalle ore 16.00 alle ore 06.00 dal 10/06/2021 al 30/09/2021, con esclusione dei soli residenti.

L’atto del sindaco, in vigore da ieri, dispone dunque “il divieto di circolazione su via della Repubblica per i ciclomotori in ingresso al centro storico di Amelia da porta Romana a via Farrattini, dalle ore 16.00 alle ore 6.00 dal 10/06/2021 al 30/09/2021, con esclusione dei soli residenti”.

La stessa ordinanza “vieta la circolazione ai ciclomotori e scooter a due, tre, quattro ruote con motore termico classificati dall’art. 47, comma 2, lett. A) cat. L1-L6 del CdS”.

Polemica social sull’ordinanza

La decisione ha scatenato la reazione di molti cittadini amerini che hanno giudicato il provvedimento troppo punitivo nei confronti dei ragazzi che utilizzano abitualmente il motorino per raggiungere i luoghi di aggregazione del paese.

La risposta del sindaco, che sgrida i genitori

Il sindaco Laura Pernazza ha risposto a tutti coloro che hanno sollevato la polemica con un lungo post in cui spiega il motivo dell’ordinanza:

Rispondo in particolare a chi  sostiene che l’ordinanza è stata fatta senza cuore. Si tratta di decisioni fatte in considerazione del fatto che c’è un cantiere che sta rendendo caotico il traffico del centro, ricordo infatti che abbiamo dovuto riaprire la Ztl , in alcuni momenti passare nel centro è impossibile. A questo si aggiunge che i motorini fanno, oltre al rumore, incrementare questo traffico e in molti casi senza una reale necessità di circolazione (raggiungere un negozio o un ufficio) per questo abbiamo consentito fino alle 16 di entrare per chi ha necessità di fare delle incombenze. Dopo di che se stiamo chiedendo un sacrificio a tutti per via di questo cantiere non capisco perché non chiederlo anche ai ragazzi. D’altronde lasciare il motorino in piazza per raggiungere il Boccarini non mi sembra tanto assurdo anche considerata l’età . In quanto ai controlli ho chiesto ai carabinieri se ci davano una mano (ricordo che dopo le 20 i vigili non ci sono) mi è stato risposto che anche loro sono sotto organico e non potevano. I nostri vigili molto spesso nel pomeriggio, dato che sono ridotti all’osso, capita (causa malattie, ferie, recuperi, etc) che ce ne sia uno solo a lavoro che non può fare questo tipo di servizio. Sono stati fatti controlli in questo senso, sapete cosa comporta? Sequestro del mezzo, andare a togliere modifica e poi ripassare la revisione in motorizzazione. Scommettete che sarebbe nata una polemica ugualmente dicendo che i vigili facevano gli sceriffi e ce l’avevano con questi ragazzi che sono stati a casa e ora …. La sensazione vera dai commenti che leggo è che ognuno guardi al proprio orticello (Ho i figli da giustificare, non importa se hanno il motorino truccato se fanno le pinne o le corse, se girano a gruppi di 5, sono contraria all’ordinanza). In realtà credo che ognuno dovrebbe guardare aldilà della propria singola posizione guardando ad un interesse generale, cercando una soluzione provvisoria per affrontare un’emergenza che porti il minore discapito possibile avendo sempre a cuore la salvaguardia del benessere dei propri cittadini, questo fa il Sindaco!! Vi assicuro che ultimamente non era un benessere quello a cui ho assistito e per questo credo che chi negli ultimi tempi non si è recato nel centro storico e quindi non lo vive dovrebbe astenersi dal commentare perché non si rende conto di cosa stiamo parlando. A chi afferma che l’ordinanza è mossa da scopi elettorali dico esattamente il contrario prendere una decisione così coraggiosa non è certo fatta ai fini elettorali perché comprensibilmente scontenterà tanti soprattutto gli elettori di fuori il centro storico ma gioverà, nel caos del cantiere, a chi si recherà nel centro per motivi turistici e non solo. Vi assicuro che il turista porta benessere al centro storico e non solo a chi lavora nel turismo e non solo, se non abbiamo capito questo…

Laura Pernazza

sindaco di Amelia

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!