Trevi, nuove regole per spazi pubblici e viabilità centro storico

Trevi, nuove regole per spazi pubblici e viabilità centro storico

Redazione

Trevi, nuove regole per spazi pubblici e viabilità centro storico

Sperimentazione fino a settembre, poi nuova partecipazione con i cittadini
Lun, 20/07/2020 - 18:16

Condividi su:


Trevi, nuove regole per spazi pubblici e viabilità centro storico

Nuove regole per spazi pubblici e accesso al centro storico. Con una delibera di giunta il Comune di Trevi ha stabilito nuove linee di indirizzo per regolare il traffico e la viabilità nel centro storico visto il crescente flusso turistico e la necessità di ampliare gli spazi di vivibilità all’aperto.

Novità dopo un confronto con la città

Dopo un confronto a volte anche acceso, ma sempre costruttivo, con la cittadinanza – spiegano il sindaco Bernardino Sperandio e l’assessore alla polizia urbana Sandro Mignozzettisiamo riusciti a trovare una ipotesi di regolamentazione della viabilità che tiene conto di tutte le esigenze: quelle espresse dagli operatori commerciali e turistici, ma anche quelle di ristoratori e residenti, di migliorare la viabilità del centro storico e valorizzare la fruibilità degli spazi funzionali e del patrimonio storico artistico“.

Sperimentazione fino al 13 settembre

Si tratta di una sperimentazione che durerà fino al 13 settembre all’esito della quale con i cittadini di nuovo si avvierà un ragionamento insieme. “Vogliamo ringraziare gli uffici comunali e il corpo di polizia municipale che hanno lavorato a lungo alla formulazione delle varie ipotesi di viabilità esaminate nel corso delle varie assemblee pubbliche”.

Trevi, il dettaglio delle novità per viabilità

La nuova viabilità prevede:la conferma del divieto di transitoin via S. Francesco per chi proviene da Largo Don Bosco e Via Lucarini con le eccezioni di cui all’ordinanza n° 16 del 09 aprile 2013, nonché dei mezzi di pronto soccorso e primo intervento specificando che il transito è consentito esclusivamente ai veicoli dei residenti e domiciliati in Via S. Francesco, Via Carlo Amici e strade collegate; Istituzione di due parcheggiriservati ai titolari di contrassegno europeo disabili: uno di fronte al Palazzo Comunale nell’area antistante l’ingresso all’Ufficio Postale e l’altro nell’area antistante l’occupazione di suolo pubblico del “La Cantina del Bartoccio”; confermato il divieto di transitoin via Zappelli con le eccezioni di cui all’ordinanza n° 16 del 09 aprile 2013, nonché dei mezzi di pronto soccorso e primo intervento specificando che il transito è consentito esclusivamente ai veicoli dei residenti e domiciliati in via Marconi, via Dogali e collegate; confermato divieto di transitocon le eccezioni in Via Roma di cui all’ordinanza n° 16 del 09 aprile 2013, nonché dei mezzi di pronto soccorso e primo intervento e con l’aggiunta delle eccezione per i residenti, domiciliati in Via Marconi, Via Dogali, Via Carlo Amici e collegate e per i veicoli diretti alle strutture ricettive (corsia minima m.l. 2,80); verrà istituita un’area per il caricoe scarico merci in Piazza Mazzini, accessibile da Via Roma e Via S. Zappelli con la limitazione oraria dalle ore 06,00 alle ore 11,00 e dalle ore 15,00 alle 16,30 dei giorni feriali; prevista anche una zona pedonalein via Roma nel tratto che va dall’incrocio di via Lucarini all’incrocio con via Zappelli, a partire dal 17/07/2020 fino al 13/09/2020 per i giorni di venerdì, sabato, domenica e festivi dalle ore 19,00 alle ore 24,00. In relazione alla zona pedonale è previsto l’obbligo di svolta a sinistra su via Zappelli per il traffico dei residenti, domiciliati ed autorizzati provenienti da Piazza Mazzini dal 17/07/2020 al 13/09/2020nei giorni e nella fascia oraria in cui è istituita l’area pedonale urbana di via Roma. Nella zona pedonale, nel rispetto della sicurezza, dovrà essere garantita sempre la presenza di uno spazio di circolazione veicolare rettilineo, di larghezza non inferiore a metri 2,80 libero da qualsiasi ostacolo o impedimento, i cui limiti esterni (opportunamente apposti sulla pavimentazione stradale nell’ambito della concessione a cura del concessionario) saranno costituiti dai perimetri delle eventuali occupazioni di suolo pubblico concesse dall’Amministrazione.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!