Tre Valli, Alemanno: "Lunedì riapre il tratto dei viadotti tra Umbria e Marche" - Tuttoggi

Tre Valli, Alemanno: “Lunedì riapre il tratto dei viadotti tra Umbria e Marche”

Redazione

Tre Valli, Alemanno: “Lunedì riapre il tratto dei viadotti tra Umbria e Marche”

Lunedì 23 riaprono i viadotti della SS 685, versante Marche. Alemanno “Viabilità strategica nel rilancio del territorio”
Gio, 19/12/2019 - 19:08

Condividi su:


Tre Valli, Alemanno: “Lunedì riapre il tratto dei viadotti tra Umbria e Marche”

Come preannunciato dal sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, nel corso della seduta del Consiglio Comunale di giovedì scorso, lunedì 23 dicembre riaprirà in modalità provvisoria per la stagione invernale, la strada statale 685 delle Tre Valli, tra Umbria e Marche. Riaprirà, in sostanza, il tratto dei viadotti chiuso dopo i terremoti del 2016, che collega con la Salaria.

Lo comunica lo stesso Comune di Norcia che spiega come l’apertura ufficiale avverrà alle ore 10 circa, dopo la galleria Cesaronica (lato Arquata) e l’incrocio con la SP64 (direzione Norcia ad Arquata) all’altezza dell’attuale recinzione di cantiere.

Tornare a percorrere i viadotti che scendono verso la Salaria e Arquata del Tronto è quanto mai fondamentale e questa, a ridosso del Natale, è senza dubbio una buona notizia per tutti” afferma Alemanno.

Siamo consapevoli di quanto sia strategicamente importante questo collegamento tra Umbria e Marche, sia per l’economia di entrambi i territori che per gli storici rapporti di amicizia tra le nostre comunità. Insieme alla ricostruzione il tema della viabilità è centrale sia nel ripristino della normalità che in ottica futura. Numerosi sono i progetti che portiamo ai tavoli con Anas.

Dotarsi di infrastrutture moderne può rendere un territorio particolarmente attrattivo ed in tal senso stiamo lavorando a diverse progetti con Anas” conclude Alemanno.

L’apertura provvisoria dell’ultimo tratto della Tre Valli, quello appunto dei viadotti, fa seguito alla riapertura della strada provinciale di Forca Canapine, altro intervento realizzato da Anas dopo il sisma. Anche se, purtroppo, gli impianti sciistici (che insistono nel versante marchigiano dell’area) non riusciranno ad essere aperti in questa stagione invernale essendo stato il gestore impossibilitato ad effettuare interventi essendo prima la strada chiusa. Insomma, una vera e propria beffa.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!