Terremoto, paura per la sorte di Matteo e Barbara dispersi ad Amatrice

Terremoto, paura per la sorte di Matteo e Barbara dispersi ad Amatrice

Famigliari sul posto insieme ai tecnici del comune di Orvieto

share

Sono ore di interminabile angoscia per la sorte di Matteo Gainlorenzi e Barbara Marinelli, i due orvietani che risultano ancora scomparsi dopo il terremoto che ha cancellato Amatrice. I due si trovavano nel paese, ospiti dell’Hotel Roma spazzato via dopo la seconda scossa che ha raso al suolo proprio la zona dove si trova la struttura ricettiva.

Il sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani, ha inviato sul posto una squadra di tecnici della Protezione Civile per avere notizie dei concittadini scomparsi; insieme a loro sono partiti anche i congiunti della coppia, il papà di Matteo, Franco e il fratello di Barbara, per assistere alle operazioni di soccorso con la speranza di trovare ancora in vita i propri cari.
“Siamo presenti sul posto – ha dichiarato il sindaco Germani a TO – con i nostri tecnici e speriamo che tra le persone ancora in vita ci siano anche Matteo e Barbara”.

La coppia non ha più dato segni di vita dalla notte del tremendo sisma; insieme ai due orvietani erano presenti nell’hotel circa 80 persone, alcune trovate ancora in vita sotto le macerie, altre purtroppo decedute.

Continua la lotta contro il tempo degli infaticabili soccorritori e di tutte le forze impegnate sui luoghi del disastro per cercare di salvare quante più vite possibile.

share

Commenti

Stampa