Terni-Rieti, aprono gli svincoli di Piediluco e Colli sul Velino - Tuttoggi

Terni-Rieti, aprono gli svincoli di Piediluco e Colli sul Velino

Marco Menta

Terni-Rieti, aprono gli svincoli di Piediluco e Colli sul Velino

Sab, 31/07/2021 - 08:35

Condividi su:


Gli svincoli, sulla Terni-Rieti, di Piediluco e Colli sul Velino, sono transitabili; "una direttrice fondamentale per la Sabina e l'Umbria del Sud".

Terni-Rieti: aperti i nuovi svincoli di Piediluco e Colli sul Velino. Tra i presenti, l’Assessore alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Umbria, Enrico Melasecche, e l’Assessore al Lavoro e Politiche per la Ricostruzione della Regione Lazio, Claudio Di Berardino; il Responsabile della Struttura Territoriale Anas Umbria, Lamberto Nicola Nibbi, il Responsabile della Struttura Territoriale Anas Lazio Marco Moladori, e i sindaci dei comuni interessati.

Nuovi svincoli della Terni-Rieti: diverse opzioni per i guidatori

Nello specifico, sono percorribili, da ieri (30 luglio) tutte le rampe delle svincolo di Piediluco/Marmore, le rampe di ingresso e di uscita, in direzione Terni, dello svincolo di Colli sul Velino/Labro, e la galleria artificiale realizzata lungo l’asta principale della direttrice. Tale apertura, in particolare, consente di eseguire le ultime attività necessarie per restituire lo snodo di Colli sul Velino in direzione Rieti.

Terni – Rieti, sottosegretario Cancelleri a collaudo svincolo Colli sul Velino

SP62 per autovetture e traffico leggero, SS79 per i mezzi pesanti

Attraverso lo svincolo di Piediluco/Marmore le autovetture e il traffico leggero potranno raggiungere i due centri abitati, le cascate e il lago, tramite la SP62. Gli autobus e i mezzi pesanti, invece, dovranno passare da Colli sul Velino, procedendo per un breve tratto del vecchio tracciato della SS79. Nel frattempo resterà aperta anche la rotatoria provvisoria all’imbocco della galleria “Valnerina”; sarà eliminata presumibilmente entro ottobre, con la configurazione definitiva della viabilità.

Melasecche: “Una porta di accesso sull’Umbria con grandi potenzialità”

Con l’apertura degli svincoli di Piediluco e Colli sul Velino – dichiara Melasecche – si conclude un percorso che rappresenta una direttrice fondamentale per la Sabina e per l’Umbria del Sud”. “E’ una porta di accesso verso l’Umbria – continua l’assessore – ancora poco utilizzata ma con grandi potenzialità di sviluppo”. Difatti consente a chi abita nell’area metropolitana della Capitale di percorrere la Salaria, in alternativa all’A1 a pedaggio, per poi giungere in Umbria dalla Terni-Rieti.

“Adesso – conclude Enrico Melasecche – dobbiamo guardare con altrettanto interesse al completamento della trasversale Rieti-Terni-Orte-Civitavecchia”. Infine ha inteso porgere un ringraziamento all’ANAS, al Ministero delle Infrastrutture e alla Regione Lazio; “ma anche a tutti coloro che si sono adoperati per dare concretezza a un’opera che unisce due comunità da sempre in sintonia”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!