Ternana, minacce e insulti contro Unicusano | Bandecchi dalla Polizia per esposto contro tifosi

Ternana, minacce e insulti contro Unicusano | Bandecchi dalla Polizia per esposto contro tifosi

Nervi tesi in casa rovverde dopo la sconfitta per 4-3 contro il Cesena

share

Insulti e minacce sui profili social dell’Università Unicusano e su quello della Ternana, il patron rossoverde, Stefano Bandecchi, ha deciso di rivolgersi alla Polizia Postale per formalizzare un esposto contro i tifosi più violenti verbalmente che, dopo la sconfitta contro il Cesena per 4-3, hanno sommerso i profili riconducibili alla proprietà con commenti non riportabili.

È la stessa Unicusano a darne notizia con un comunicato: “Purtroppo a causa dei commenti minacciosi volti a ledere le persone, commenti che nulla hanno a che fare con il calcio, ci troviamo costretti a fare immediatamente un esposto alla polizia postale al fine di individuare chi si è reso protagonista di tali atti”.

In particolare si fa riferimento ai commenti e alle recensioni apparse sulla bacheca Facebook dell’università telematica fondata da Bandecchi, dove alcuni tifosi si sono lasciati andare a commenti che potrebbero essere ritenuti reato di ‘diffamazione’.

I nervi sono alle stelle, la contestazione contro la società rossoverde si è fatta dura dopo l’esonero dell’ex tecnico Sandro Pochesci, capro espiatorio di una crisi sportiva che ha indotto i vertici societari a offrire la panchina rossoverde all’ex tecnico della Primavera Ferruccio Mariani.

La sconfitta nella prima gara ufficiale del tecnico contro il Cesena ha acceso la miccia, dopo una prima più ‘garbata’ contestazione nella sede di Via della Bardesca, dove erano stati affissi alcuni biglietti di dollari falsi con l’immagine del patron Bandecchi che, secondo i contestatori, non avrebbe operato un mercato all’altezza delle aspettative dei supporters e avrebbe fatto di tutto per cacciare Pochesci.

share

Commenti

Stampa