Tajani a Spoleto "Nell'area dell'anfiteatro romano ipotesi centro studi sul terremoto" - Tuttoggi

Tajani a Spoleto “Nell’area dell’anfiteatro romano ipotesi centro studi sul terremoto”

Sara Fratepietro

Tajani a Spoleto “Nell’area dell’anfiteatro romano ipotesi centro studi sul terremoto”

Il presidente del Parlamento europeo Tajani in visita a Spoleto, caffè in piazza con la presidente del Senato Casellati "Vedremo se ci sono possibilità economiche per l'anfiteatro" | Foto e video
Ven, 26/10/2018 - 19:05

Condividi su:


Tajani a Spoleto “Nell’area dell’anfiteatro romano ipotesi centro studi sul terremoto”

Hanno scelto Spoleto per incontrarsi il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e la presidente del Senato Elisabetta Casellati, entrambi in Umbria per una serie di incontri istituzionali. Un caffè in piazza Garibaldi ed un breve incontro, poi la foto di gruppo con i parlamentari Catia Polidori e Raffaele Nevi ed i vertici locali di Forza Italia, prima di procedere entrambi con i propri impegni.

La presidente Casellati, infatti, dopo il sopralluogo all’area dell’anfiteatro romano di questa mattina ed il tour attraverso la Valnerina, si è recata in visita al deposito dei beni culturali di Santo Chiodo (dove sono custodite le opere d’arte e gli arredi sacri salvati dal terremoto del 2016 in Valnerina), dove ad attenderla c’erano la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e quella del Consiglio regionale Donatella Porzi.


Presidente Casellati a Spoleto e Valnerina “Ricostruzione abbia norme emergenza” | Foto e video


Il presidente del Parlamento europeo Tajani, invece, ha compiuto un breve sopralluogo allo stesso complesso dell’ex caserma Minervio che custodisce l’antico anfiteatro. Tra i presenti anche l’ex sindaco Massimo Brunini, che ha ricordato il suo impegno per quell’area e tornando all’attacco – come fatto più volte nel corso degli anni – sui 17 milioni di euro che la Regione aveva concesso in passato e tolti (temporaneamente in teoria) nel 2010. “Il sindaco De Augustinis – ha detto Brunini – ha recuperato tutte le delibere sulla vicenda e se ne sta occupando”.

Dal canto suo Antonio Tajani ha manifestato il suo interessamento per l’area: “E’ un’opera fantastica, purtroppo abbandonata, cercheremo di capire cosa si può fare per dare una mano a livello europeo. Abbiamo deciso col sindaco di incontrarci e metterci attorno ad un tavolo per cercare di dare una mano a una città così importante. Abbiamo pensato al centro per gli studi sul terremoto, – ha annunciato – vediamo un po’. L’impegno ad aiutare c’è, bisogna vedere con quali progetti, quali somme, bisogna lavorare”.

“Al presidente Tajani – ha quindi confermato il sindaco De Augustinis – presenteremo presto un progetto per lavorare sullo sviluppo di Spoleto e cogliere le opportunità che anche il terremoto può dare e penso che il cammino sia lungo, faticoso, ma sicuramente bellissimo con un alleato come il presidente Antonio Tajani”.

> Clicca qui per tutte le foto

“E’ un piacere per me – ha detto quindi Tajani in un breve incontro pubblico all’auditorium della Stella – tornare ancora una volta a Spoleto. Mi impegnerò con il sindaco a cercare una soluzione che possa vedere coinvolta l’Unione europea, non sono abituato a fare promesse da marinaio, prometto soltanto l’impegno. Ho chiesto al sindaco di venire a Bruxelles, di sedersi attorno ad un tavolo e vedere cosa si può fare, per vedere quante possibilità economiche ci sono, se ci sono; dovremo fare una riunione per individuare delle soluzioni che permettano comunque di far rivivere una parte così bella di questa città. Ho un doppio impegno: primo perché sono deputato anche di questa regione, secondo perché ho dedicato la mia elezione a presidente del Parlamento europeo alle vittime del terremoto. Sono stato eletto il 17 gennaio dello scorso anno, ero particolarmente colpito dal terremoto ed ho deciso di dedicare a queste terre il mio incarico. Continuerò ad essere presente, tornerò a Spoleto” ha concluso.

A margine dell’incontro, il vicepresidente di Forza Italia ha anche parlato della manovra finanziaria, contestando le scelte del Governo Conte.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!