Studenti inventori del’Itt di Terni al Maker Faire Rome 2017

Gli allievi dell’Itt “Allievi – Sangallo” presentano King Drink “Green”, il distributore di bevande che rispetta l’ambiente | Video

share

Gli studenti – inventori dell’Itt “Allievi – Sangallo” di Terni saranno presenti alla quinta edizione del Maker Faire di Roma, che si svolgerà dal 1 al 3 Dicembre 2017 presso la Fiera di Roma, dove presenteranno il loro progetto KingDrink.

Il Maker Faire è la più importante manifestazione al mondo sull’innovazione: “Un evento family-friendly ricco di invenzioni e creatività che celebra la cultura del “fai da te” in ambito tecnologico alla base del “movimento makers”. È il luogo dove maker e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte.Maker Faire Rome è una manifestazione nata per soddisfare un pubblico di curiosi di tutte le età che vuole conoscere da vicino e sperimentare le invenzioni create dai makers. Idee che nascono dalla voglia di risolvere piccoli e grandi problemi della vita di tutti i giorni, o anche solo divertire e intrattenere.E’ un evento pensato per accendere i riflettori su centinaia di idee e progetti provenienti da tutto il mondo in grado di catapultare i visitatori nel futuro”.

Ed è qui, quindi, che approderanno gli studenti dell’Itt di Terni, con King Drink.

King Drink è un progetto che vede impegnati gli studenti dei vari indirizzi di specializzazione dell’Itt “Allievi – Sangallo” di Terni. L’idea nasce con l’intento di realizzare un distributore di bevande energetiche da installare su luoghi adibiti ad attività sportive, con interfaccia intuitiva per l’interazione utente-macchina, industrializzabile, pronto per essere immesso sul mercato e provvisto di manuali e certificazioni. Progetto completo a 360°, ha già partecipato a diverse mostre, quali: Maker Festival Terni, classificandosi secondo miglior progetto; alle Olimpiadi dell’Automazione Siemens 2017, classificatosi terzo a livello nazionale tra i migliori progetti presentati, riconosciuto primo tra tutti per il sostenimento ambientale.

Pensato per diminuire l’impatto ambientale causato dall’utilizzo di contenitori plastici per il confezionamento delle bevande, si è scelto dunque di realizzare un distributore capace di erogare il prodotto direttamente da uno o più ugelli, cosicché il consumatore possa utilizzare il proprio contenitore e acquistare il prodotto ad un prezzo inferiore del prezzo di mercato. Il KING-DRINK è in grado di incentivare il riciclo di materiali di utilizzo quotidiano, quali contenitori plastici adatti per uso alimentare, in questo modo si incide indirettamente sulla produzione di prodotti plastici, riducendo di consumo di bottiglie o qualsiasi altro contenitore, invogliando l’utente ad offrire una seconda possibilità e dare più valore a prodotti di uso quotidiano.

King Drink possiede anche una peculiarità che lo rende particolarmente “userfriendly” distinguendolo da tutti gli altri comuni distributori automatici in circolazione. La quantità di bevanda acquistabile non ha infatti delletariffeprestabilite ma il sistema automatico è in grado di erogarne esattamente i quantitativicorrispondenti all’importo inserito dall’utente. In questa maniera ognuno potrà personalizzare l’acquisto secondo le proprie esigenze e disponibilità.

Oltre all’elevato contenuto tecnologico e alla spiccata connotazione “green”, King Drink è stato pensato anche per venire incontro alle esigenze nutrizionali dell’utente. Ad ogni erogazione il distributore emette difatti uno scontrino in cui sono indicate, oltre al costo ed al quantitativo delle bevande acquistato, anche i dati energetici espressi in calorie ed i valori nutrizionali indicati come zuccheri e carboidrati.

La progettazione, implementazione e realizzazione del distributore King Drink ha richiesto la creazione di un gruppo di lavoro interdisciplinare che ha coinvolto studenti e docenti dell’ITT provenienti dagli indirizzi di elettronica, elettrotecnica e meccanica.

Poiché il progetto nasce nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro, si è ipotizzato di istituire un’azienda, la King Drink S.r.l., con lo stesso nome del prodotto che sia in grado di progettare, realizzare e commercializzare il prodotto.

share

Commenti

Stampa