Spoleto57, inaugurata per la mostra “I due mondi di Piero Tosi”

Spoleto57, inaugurata per la mostra “I due mondi di Piero Tosi”

Mostra installazione a cura della Fondazione Carla Fendi/ Splendido allestimento di Quirino Conti

share

Nel Foyer del Teatro Caio Melisso, ormai base operativa della Fondazione Carla Fendi, è stata presentata questa mattina alla stampa la mostra-installazione “I Due Mondi di Piero Tosi”, con la direzione artistica di Quirino Conti. Nell’affollato incontro presenti, il celebrato costumista Piero Tosi, inossidabile e spiritoso nel suo caratteristico disincanto, il premio Oscar, Gabriella Pescucci in rappresentanza della Fondazione Tirelli-Trappetti, Carla Fendi ed il direttore artistico del progetto, Quirino Conti. Poco dopo l’inizio della conferenza stampa si uniranno ai presenti anche il M° Giorgio Ferrara, il sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli ed il Direttore Generale del Mibac per gli spettacoli dal vivo, Salvatore Nastasi e l’assessore alla Cultura di Spoleto, lo scenografo premio Oscar, Gianni Quaranta.

Poche, ma dense di riconoscimento ed affetto, le parole di Carla Fendi, Quirino Conti e Gabriella Pescucci per elogiare le virtù del M° Tosi  del quale tutti si dicono allievi riconoscendolo come mentore per le sorti delle loro carriere. Irrinunciabile  qualche aneddoto di Tosi sui primi anni del Festival quando era faticoso persino trasportare le scene o i costumi stessi da un teatro all’altro.

Ma il pezzo forte della giornata è la video-installazione alla Manna D’Oro e la mostra dei costumi di scena  all’ex-Museo Civico, proprio sotto al Teatro Caio Melisso.

Il gusto, ma anche la sapienza “descrittiva” di Quirino Conti è già nota al pubblico spoletino e tanto più agli addetti ai lavori che riconoscono in lui una cifra stilistica inconfondibile.

La Manna D’Oro si è trasformata per l’occasione in una sorta di cinema all’aperto dove l’immagine è trasferita sul tamburo ottagonale e sugli absidi nei quali sono state proiettate una sequenza mozzafiato dei principali film in cui sono presenti i costumi di Piero Tosi. In un montaggio serrato, ovunque ci si posizioni intorno al fonte battesimale presente al centro della struttura, è possibile rimanere incantati dalla videoproiezione.

E’ un vero colpo d’occhio l’ingresso all’Ex-Museo Civico dove invece sono in mostra i costumi del M° Tosi, appartenenti alla collezione Fondazione Tirelli Trappetti, e realizzati dalla sartoria Tirelli. All’ingresso la visione prospettica  delle volte medievali, sapientemente illuminate anche grazie alla rifrazione di  una sorta di basamento dall’aspetto metallico, quasi acciaio, ingigantisce le opere d’arte che vi sono posizionate sopra in  un caleidoscopio di colori che lascia a bocca aperta.

Una mostra che da sola è spettacolo, ed in cui i veri attori sono i costumi. Un apprezzabile nuovo progetto voluto e sostenuto dalla Fondazione Carla Fendi che non manca occasione di mostrare il rispetto e l’amore per la città del Festival

Apertura:

dal 28 giugno al 13 luglio 2014

dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00

share

Commenti

Stampa