Spoleto, la commozione del sindaco Andrea Sisti "Nostro progetto parte da domani"| Foto e video - Tuttoggi

Spoleto, la commozione del sindaco Andrea Sisti “Nostro progetto parte da domani”| Foto e video

Sara Fratepietro

Spoleto, la commozione del sindaco Andrea Sisti “Nostro progetto parte da domani”| Foto e video

Lun, 18/10/2021 - 22:50

Condividi su:


L'ingresso in Comune del neo sindaco di Spoleto Andrea Sisti: progetto in 120 giorni con la partecipazione dal basso. Gli auguri del vescovo Boccardo

Non è riuscito a trattenere le lacrime e la commozione nel suo primo discorso da sindaco di Spoleto, Andrea Sisti. Il candidato di centrosinistra e Movimento 5 stelle, acclamato da oltre un centinaio di sostenitori dentro e fuori il palazzo comunale, è entrato in Municipio poco dopo le 17 di lunedì, accolto da alcuni dipendenti comunali e dal commissario straordinario Tiziana Tombesi, che ha guidato l’ente per 7 mesi.

Andrea Sisti è il nuovo sindaco di Spoleto | Il commento di Grifoni | L’incontro con Tombesi | FOTO e VIDEO

“Era tanto tempo che non avevo ancora un’emozione così forte. Essere il sindaco della propria città è una cosa che riempie di orgoglio” ha esordito Andrea Sisti, fortemente commosso e che ha rivolto il primo pensiero a sua madre ed alla sua famiglia (al suo fianco la moglie Sabrina).

Andrea Sisti: “Non ci sono sconfitti, ma persone con cui dialogheremo”

Il suo ringraziamento è andato poi anche a tutti coloro che ha incontrato in questo periodo e la sua squadra. “Siamo partiti da Monteluco, parte scordata di questa città, siamo andati in tutte le frazioni per portare il sorriso e portare quei cittadini qui dentro, – ha evidenziato – come vogliamo portare questa città nel mondo”. Quindi un pensiero ai dipendenti del Comune di Spoleto, che “troveranno sempre un sorriso da questa parte”. “Il nostro consiglio comunale sarà dialogante con chi ha perso – ha aggiunto Andrea Sisti – non ci sono sconfitti, ci sono persone con cui noi vogliamo dialogare. Non è il tempo di fare quello che è stato fatto in passato. Noi abbiamo di fronte una sfida importante come la ha il Paese. E’ proprio dalle comunità che dobbiamo ripartire, c’è tanto bisogno di lavoro, di impresa, ma soprattutto c’è tanto bisogno di una città che dia un segnale fortissimo a tutte le comunità che vogliono investire sulla sostenibilità, sull’ambiente, sulla creazione di nuove imprese che partono soprattutto dal cervello. Vogliamo lavoro buono, mai più contrapposizione tra lavoro, ambiente e salute“.

Da qui anche un accenno al tema dell’ospedale, quello che ha scaldato la campagna elettorale in queste settimane. “La salute è un diritto di tutti e per questo la vogliamo portare sul territorio, vogliamo avere non soltanto un ospedale che funzioni, ma che curi bene le persone, che dia un contributo a una nuova politica della salute che è il benessere“.

L’arrivo di Andrea Sisti in Comune
L’ingresso di Sisti nel palazzo comunale
L’ingresso di Sisti nel palazzo comunale
L’ingresso di Sisti nel palazzo comunale
L’incontro di Sisti con il commissario Tiziana Tombesi
Il primo discorso di Andrea Sisti
Andrea Sisti con la moglie Sabrina
Il commissario Tombesi con la consigliera comunale Pd Camilla Laureti
Il consigliere regionale Fabio Paparelli
I neo consiglieri di Civici X Enzo Alleori e Donatella Loretoni
I neo consiglieri Enzo Alleori e Donatella Loretoni
L’ex consigliera del Pd Carla Erbaioli
Il neo consigliere comunale del Pd Danilo Chiodetti

Il suo ingresso in Municipio lo ha fatto con indosso un maglione variopinto, che ha incuriosito molto chi lo ha incontrato negli ultimi giorni. “Non è un maglione arcobaleno – ha voluto poi spiegare lui stesso – ma degli indiani Hopi degli Stati Uniti d’America, che sono la cultura di quel Paese, che non è stata rispettata ma è stata sopraffatta. Noi vogliamo rispettare tutte le culture, tutte le persone che la pensano diversamente da noi, che svolgono una vita diversa e questo secondo me è l’obiettivo di una città aperta come ci ha insegnato il Maestro Menotti”.

Il progetto in 120 giorni con la partecipazione dal basso

Il nostro progetto, come abbiamo detto, – ha aggiunto il neo sindaco di Spoleto Andrea Sisti – parte da domani mattina, perché abbiamo detto che le nostre idee dobbiamo condividerle con i cittadini e con i professionisti, con tutti coloro i quali si aspettano un progetto partecipato, mai più cose calate dall’alto. Questo consiglio comunale e soprattutto anche la Giunta entreranno nei territori: in questi 120 giorni la giunta che verrà – che discuteremo insieme ed elaboreremo insieme – entrerà sul territorio come abbiamo fatto in questa campagna elettorale, perché se non ci rendiamo conto di come stiamo, probabilmente continueremo ad avere l’indifferenza e l’indifferenza è una cosa bruttissima. Noi ci dobbiamo rendere conto che dobbiamo dare qualcosa a questa comunità perché se pretendiamo dalla comunità qualcosa, noi stessi prima di tutto dobbiamo dare la nostra mano, dobbiamo fare la nostra parte. Siamo stati chiamati per questo, non dobbiamo deludere la nostra città, non dobbiamo assolutamente deludere i nostri cittadini”.

L’arcivescovo Boccardo: “Chiamati a lavorare insieme”

E mentre Andrea Sisti entrava in Comune per la prima volta da sindaco eletto, alle redazioni arrivava la nota di congratulazioni da parte dell’arcivescovo di Spoleto – Norcia, monsignor Renato Boccardo.

Signor Sindaco, – questo il messaggio del vescovo – desidero esprimerLe fervide congratulazioni per la grave responsabilità alla quale la fiducia degli spoletini l’ha chiamata, mentre rinnovo a Lei, così come accaduto con i Suoi predecessori, l’impegno della Diocesi a collaborare per la promozione del bene comune. Nel rispetto delle reciproche competenze, siamo chiamati a lavorare insieme per costruire un clima sociale più disteso e concorde, a valorizzare le tante potenzialità e competenze e buona volontà presenti sul vasto territorio comunale, riservando una attenzione privilegiata alla famiglia, ai lavoratori, ai giovani e a quanti esperimentano la fatica della vita quotidiana. A Lei e ai Suoi Collaboratori nel governo della Città auguro un fecondo lavoro”.

Per Andrea Sisti sindaco a Spoleto tre consiglieri regionali

A salutare la vittoria elettorale di Andrea Sisti a Spoleto lunedì pomeriggio sono arrivati anche tre consiglieri comunali: Andrea Fora (che ha visto un buon risultato per la sua formazione Civici X), Thomas De Luca (che plaude al ritorno del Movimento 5 stelle nel consiglio comunale spoletino) ed il portavoce delle opposizioni Fabio Paparelli (Pd).

La composizione del consiglio comunale

Proprio il Partito democratico sarà il primo partito rappresentato in consiglio comunale. Il prossimo consiglio comunale dovrebbe essere infatti composto per la maggioranza da 7 consiglieri del Pd (Marco Trippetti, Camilla Laureti, Federico Cesaretti, Danilo Chiodetti, Guerrino Lucentini, Nadia Fibraroli e Mrika Lleshaj), 4 di CiviciX (Enzo Alleori, Donatella Loretoni, Manuela Albertella e Giovanni Angelini Paroli), 2 del Movimento 5 stelle (Samuele Bonanni e Agnese Protasi), 1 di Ora Spoleto (Luigina Renzi) e 1 per Eleggi Spoleto (Letizia Pesci). Nei banchi dell’opposizione dovrebbero invece sedere: i candidati a sindaco sconfitti Sergio Grifoni, Giancarlo Cintioli, Diego Catanossi, Maria Elena Bececco e Paolo Imbriani; 2 consiglieri di Alleanza Civica (Gianmarco Profili e Alessandra Dottarelli), 1 consigliere di Fratelli d’Italia (Alessandro Cretoni), 1 consigliere di Insieme per Spoleto (Paolo Piccioni).

Martedì mattina la proclamazione

La proclamazione ufficiale del neo sindaco Andrea Sisti dovrebbe avvenire martedì mattina: alle 9 si riunirà infatti la commissione elettorale circondariale per ratificare l’esito del voto.

Il passaggio di consegne con il commissario straordinario Tiziana Tombesi – che ha egregiamente retto la città in questi 7 mesi, permettendo a Spoleto anche di beneficiare di cospicui finanziamenti pubblici – avverrà nei prossimi giorni, come ha spiegato lei stessa.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!