Spoleto Art Academy, aperto l'ufficio informativo | Spunta un contenzioso -

Spoleto Art Academy, aperto l’ufficio informativo | Spunta un contenzioso

Sara Fratepietro

Spoleto Art Academy, aperto l’ufficio informativo | Spunta un contenzioso

L'assessore Quaranta conferma: corsi da novembre a palazzo Mauri, iscritti da tutta Europa | Il nodo del riconoscimento dopo il percorso di studi
Ven, 23/09/2016 - 01:04

Condividi su:


Ci sono iscritti da tutta Europa per i corsi della Spoleto Art Academy, l’accademia di belle arti fortemente voluta dall’assessore alla cultura Gianni Quaranta. Ad annunciarlo è stato lo stesso amministratore comunale durante la conferenza stampa di presentazione della Stagione di prosa 2016 – 2017.

Sede temporanea palazzo Mauri – Quaranta ha confermato le anticipazioni dei giorni scorsi, vale a dire che i corsi prenderanno il via a novembre e che, data l’indisponibilità della ex caserma Nino Bixio e dei locali del Giudice di Pace, si terranno nella biblioteca di palazzo Mauri. “Gli allievi – ha detto l’assessore – si stanno iscrivendo da tutta Europa, si tratta di persone che terranno vivo il centro storico fino a primavera. In molti preferiscono Spoleto alle grandi città per una questione di sicurezza, ma anche di costo della vita. Ho chiesto all’ufficio informazioni turistiche di procurare un elenco di tutti gli appartamenti sfitti nel centro storico che potrebbero essere affittati agli studenti ed alle famiglie“. E già da qualche giorno è stato aperto un punto informativo dell’Art Academy in piazza della Libertà, proprio accanto allo Iat (negli spazi che ospitano solitamente la biglietteria del Festival dei 2 Mondi).

Il nodo del riconoscimento – Le attività dell’accademia verranno presentate durante una conferenza stampa che si dovrebbe tenere i primi di ottobre, ma intanto è già trapelato che rimane in stand by la questione del titolo di studio rilasciato al termine dei tre anni di studio. “Credo che la società abbia fatto causa allo Stato” ha rivelato Gianni Quaranta. Oggetto del contenzioso che sarebbe stato avviato nei confronti del Miur, il ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, l’autorizzazione a rilasciare titoli di alta formazione artistica. Il Comune di Spoleto, nel bando in cui cercava un partner per dar vita all’accademia artistica, aveva infatti previsto come requisito indispensabile l’accreditamento presso il ministero. E la KnAcademy, la società di Rovereto che si è aggiudicata il bando, ha presentato richiesta al Miur diversi mesi fa. Peccato però che la normativa di riferimento è cambiata quest’estate. In sostanza gli enti formativi di questo tipo attualmente possono rilasciare un titolo di studio valido soltanto dopo tre anni di attività. Ed è questo che la KnAcademy contesterebbe, avendo presentato domanda precedentemente. “La fortuna è che i corsi – ha osservato l’assessore alla cultura – comunque sono triennali, per cui  gli attestati verranno consegnati soltanto dopo il terzo anno”.

I dettagli dei corsi – Intanto sul sito internet della Spoleto Art Academy sono state pubblicate le schede relative ai tre corsi previsti: scenografia e costume, cinematografia, arte e ambiente.

Per quanto riguarda i corsi di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Scenografia, essi “hanno l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche artistiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e professionali al fine di fornire ai discenti conoscenze e  metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti della rappresentazione e delle pratiche artistiche, con particolare riferimento alla scenografia teatrale, televisiva e cinematografica, nonché alle tecniche di allestimento connesse alla comunicazione pubblicitaria e alla vetrinistica”.

I corsi di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte, invece, “hanno l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle  tecniche  nell’ambito della ricerca artistica rivolta all’uso e all’utilizzo delle nuove tecnologie mediali della comunicazione”.

L’obiettivo del corso di Arte ambientale e linguaggi  sperimentalitende a promuovere e a sollecitare più precisamente la comprensione e la progettualità nell’ambito dell’intervento dello spazio abitato dall’uomo, sia esso la metropoli, il paesaggio extraurbano e paesaggistico o lo spazio più circoscritto di un evento, attraverso la conoscenza critica e l’utilizzo di metodologie e strumenti anche sperimentali. Il corso, dalla durata triennale, provvede a fornire nuove conoscenze e competenze per una formazione specifica, utile alla comprensione dei nuovi linguaggi e codici propri della decorazione, unitamente ad una fase metaprogettuale nel campo dell’arte con particolare riferimento alle discipline teoriche e teorico pratiche, al fine di comprendere meglio le pratiche ed i linguaggi visivi contemporanei“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!