Spazzacorrotti, pubblici i casellari penali dei candidati | Lista con nome Onlus

Spazzacorrotti, pubblici i casellari penali dei candidati | Lista con nome Onlus

Carlo Ceraso

Spazzacorrotti, pubblici i casellari penali dei candidati | Lista con nome Onlus

Gio, 09/09/2021 - 07:32

Condividi su:


L'Umbria terrà a battesimo la Legge “spazzacorrotti”, che prevede la pubblicazione sui siti dei partiti ma anche delle istituzioni di cv e casellario penale

Anche l’Umbria terrà per la prima volta a battesimo la “spazzacorrotti”, la Legge 3/19 sulle “Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici“.

Appunto la cosiddetta legge Spazzacorrotti, che nella prima parte tratta il fenomeno corruttivo e il contrasto ai reati contro la PA; mentre nella seconda detta le disposizioni per rafforzare la trasparenza di partiti e movimenti, sia in tema di erogazioni ricevute sia delle candidature presentate (in questo caso alle amministrative del prossimo 3 e 4 ottobre).

Una legge pubblicata in Gazzetta il 16 gennaio 2019 e che pertanto non era stata applicata alle elezioni che qualche mese prima a Spoleto avevano registrato la vittoria del sindaco di centro-destra Umberto De Augustinis, sfiduciato lo scorso febbraio da 15 consiglieri in rappresentanza di ben 4 partiti e 3 liste civiche.

Spazzacorrotti: tutti al lavoro

Così per i responsabili delle 19 liste che supportano i 7 candidati a sindaco, il lavoro non è certo terminato sabato scorso con il deposito degli elenchi degli aspiranti consiglieri comunali. Anzi, il più deve ancora avvenire e potrebbe riservare anche dei colpi di scena.

Perché la spazzacorrotti impone che ogni lista pubblichi sul proprio sito internet non solo il curriculum vitae dei candidati ma anche il rispettivo certificato penale. Si potrà quindi conoscere, nel nome della trasparenza e della “pulizia”, il grado di istruzione di ognuno/a, le competenze professionali e non di meno se ha riportato condanne penali.

Recita infatti il comma 14: entro il 14mo giorno antecedente la data delle competizioni elettorali (il 19 settembre, n.d.r.), escluse quelle relative a comuni con meno di 15.000 abitanti, i partiti e i movimenti politici…hanno l’obbligo di pubblicare nel proprio sito internet il curriculum vitae fornito dai loro candidati e il relativo certificato penale rilasciato dal casellario giudiziale non oltre novanta giorni prima della data fissata per la consultazione elettorale”.

Spazzacorrotti, anche il Comune al lavoro

Il successivo comma 15 è rivolto invece alle amministrazioni interessate dalle elezioni: “In apposita sezione, denominata “Elezioni trasparenti’’, del sito Internet dell’ente …, entro il settimo giorno antecedente la data della consultazione elettorale (il 26 settembre, ndr ), per ciascuna lista o candidato ad essa collegato nonché per ciascun partito o movimento politico che presentino candidati alle elezioni di cui al comma 14 sono pubblicati in maniera facilmente accessibile il curriculum vitae e il certificato penale dei candidati rilasciato dal casellario giudiziale non oltre novanta giorni prima della data fissata per l’elezione. La pubblicazione deve consentire all’elettore di accedere alle informazioni ivi riportate attraverso la ricerca per circoscrizione, collegio, partito e per cognome e nome del singolo candidato“. Per la pubblicazione di tali dati “non è richiesto il consenso espresso degli interessati”.

Attenzione per i furbetti o chi “dimenticasse” la pubblicazione di qualche dato: la spazzacorrotti infatti prevede che “al partito o al movimento politico che viola gli obblighi previsti dai commi 14…la Commissione per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti e dei movimenti politici, di cui all’articolo 9, comma 3, della legge 6 luglio 2012, n. 96, applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 12.000 a euro 120.000”.

Dunque fra 10 giorni esatti conosceremo se non tutto, abbastanza di ogni candidato.

L’esercito degli scrutatori

Intanto all’Albo Pretorio di Spoleto il Commissario prefettizio Tiziana Tombesi ha convocato per domani, 10 settembre, alle ore 10, la Commissione elettorale per procedere alla nomina degli scrutatori che saranno destinati agli uffici elettorali di sezione per le elezioni comunali di domenica 3 e lunedì 4 ottobre 2021, con eventuale turno di ballottaggio domenica 17 e lunedì 18 ottobre 2021”.

42 le sezioni previste a Spoleto per le amministrative a coprire tutto il territorio comunale. Inutile dire che intorno alla nomina degli scrutatori c’è come sempre una qualche attenzione e speranza, specie da chi spera così di poter guadagnare qualcosa con il gettone di presenza.

Gaffe candidato Lega, lista col nome della Onlus

Intanto, dopo l’espulsione dalle liste di 6 candidati al Consiglio nelle liste del centrosinistra per mancanza dei prescritti requisiti, che ha portato l’esercito degli aspiranti da 433 a 427, si registra quella che sembra una clamorosa gaffe da parte dello staff di Paolo Imbriani, candidato sindaco della Lega, per quanto riguarda la propria lista di sostegno, “Spoleto nel cuore”.

Il varo della nuova Onlus apolitica

Nome con il quale, già tre mesi fa, era stata ribattezzata la nuova Onlus al femminile della presidente Anna Maria Regoli e della vice Stefania Montori, impegnate in un progetto di volontariato rivolto ai più svantaggiati, alla cultura e alla ricerca e che già le ha viste protagoniste di alcune iniziative.

Spoleto nel cuore, nasce onlus di promozione sociale

La presentazione della lista civica di Imbriani ha indubbiamente creato più di un problema: un errore o voglia di accaparrarsi del claim? Non è dato sapere.

Di certo la Onlus ha depositato il proprio nome e logo lo scorso 1 giugno alla Agenzia delle Entrate dando ampio risalto sui media della propria iniziativa; mentre il movimento politico è stato ufficializzato solo sabato scorso al momento del deposito della lista.

In città già si parlava di azioni legali, ma la presidente Regoli smentisce categoricamente. “Siamo fuori da ogni logica politica e vogliamo rimanerci, i nostro obiettivi sono altri e li stiamo dimostrando” dice al telefono con Tuttoggi “certo dispiace questa sovrapposizione che fa pensare a un nostro coinvolgimento, ma il tempo chiarisce tutto. Avevamo in mente anche la presentazione di un libro, ma abbiamo annullato l’evento proprio per non alimentare chiacchiere. Lo presenteremo dopo la tornata elettorale, attenderemo con un po’ di pazienza”.

Confermato invece, non essendoci i tempi opportuni per un suo annullamento, l’interessante convegno di domenica 12 settembre, realizzato sembre dalla onlus spoletina, dal titolo “Risvolti psicologici post-covid” con interventi di qualificati medici e psicologi come Piergiorgio Fedeli (medico legale), Marina Vissani (Responsabile rianimazione covid Spoleto), Luigi Frigieri (pneumologo), Paola Ponzo (psicologa), Roberta Placidi (Croce rossa), e il racconto di Eleonora e Alessio che racconteranno la proprio esperienza con il terribile virus.

© Riproduzione riservata

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!