Sparatoria al bar Millennium: 3 fermati, due giovanissimi - Tuttoggi

Sparatoria al bar Millennium: 3 fermati, due giovanissimi

Redazione

Sparatoria al bar Millennium: 3 fermati, due giovanissimi

Lun, 23/01/2012 - 13:15

Condividi su:


Francesco Napoletti

La sparatoria avvenuta giovedì scorso nel bar Millennium a San Giovanni ha conosciuto importanti sviluppi, grazie agli agenti della Questura di Terni che hanno seguito le indagini. Sviluppi che hanno portato al fermo di tre persone e all'arresto di una quarta, non implicata nel fatto. Tali indagini non avevano un esito scontato, data la carenza di indizi, di collaborazione del barista e dei testimoni.
Nonostante la presenza di altre persone, solo una ha fornito una testimonianza tuttavia irrilevante. Ad ogni modo, sulla base di alcuni sospetti poi rivelatisi corretti, gli ispettori Saul e Ribbiscini hanno effettuato appostamenti per ben tre notti presso un'abitazione sospetta situata a San Gemini. Qui sono stati trovati due ragazzi napoletani non residenti a Terni e con precedenti, di soli 22 e 21 anni. Il proprietario dell'abitazione invece, ormai pressoché certo che fosse il terzo uomo, non è stato trovato con gli altri. I due napoletani, messi in stato di fermo, hanno tentato di sviare i sospetti sul loro complice, ma questi è stato trovato sabato in una cantina, anch'essa a San Gemini, in compagnia di un giovane in possesso di 700 g di diverse tipologie di stupefacenti e alcuni bossoli rinvenuti, da confrontare con i fori di proiettile nel bar. L'uomo, un 35enne anch'esso napoletano e pregiudicato, ma residente a Terni da anni, è stato messo a sua volta in stato di fermo dall'autorità giudiziaria. L'altro, un giovane ternano, è stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti.
Per i tre fermati l'imputazione di reato è tentato omicidio. E' possibile che la banda abbia scelto Terni come luogo per esercitare le proprie attività illecite in quanto città con una “concorrenza” modesta, e che abbia avuto a che fare con il barista, anch'esso non estraneo alle Forze dell'Ordine, proprio in merito a un regolamento di conti.

Ora che i responsabili sono stati trovati, le indagini potrebbero portare a ulteriori sviluppi.

© Rirpoduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!