Sisma 2016, convegno sulle opere salvate nel deposito di Santo Chiodo di Spoleto - Tuttoggi

Sisma 2016, convegno sulle opere salvate nel deposito di Santo Chiodo di Spoleto

Redazione

Sisma 2016, convegno sulle opere salvate nel deposito di Santo Chiodo di Spoleto

Mer, 08/12/2021 - 10:18

Condividi su:


Nel primo giorno, le Istituzioni culturali competenti tratteranno il tema: “Sisma 2016. Il caso del Centro Operativo dei Beni Culturali di Spoleto”,

Il 16-17 dicembre, al Deposito Santo Chiodo di Spoleto, un convegno fa il punto della situazione.

A cinque anni dal terremoto, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, con Virart Odv organizza il convegno “La gestione del patrimonio culturale in situazione di emergenza”.

L’evento si svolgerà in due giornate, una di discussione ed una seminariale.

Nel primo giorno, le Istituzioni culturali competenti tratteranno il tema: “Sisma 2016. Il caso del Centro Operativo dei Beni Culturali di Spoleto”, mentre nella seconda giornata si terrà un vero e proprio corso di “Metodologie per la movimentazione delle opere d’arte”, a cura del Prof. Roberto Boddi.

L’incontro del 16 dicembre avrà l’obiettivo di sottolineare i punti di forza dell’esperienza del Deposito di Santo Chiodo, mostrando i diversi ruoli svolti dagli Istituti culturali in fase di emergenza e saranno illustrate tutte le fasi di intervento in caso di calamità: dal recupero alla conservazione dei beni. Restauratori coinvolti direttamente nelle operazioni di recupero, messa in sicurezza e restauro, racconteranno casi peculiari di opere provenienti dai territori del sisma. Si analizzerà anche il caso della chiesa di San Salvatore a Campi di Norcia ed il ripristino della pala dell’Incoronazione di Jacopo Siculo, da San Francesco di Norcia. Oltre alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, gli enti coinvolti saranno: Direzione Generale DG-Sicurezza Patrimonio Culturale, l’Ufficio del Soprintendente Speciale Sisma 2016, i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio di Perugia, l’Opificio delle Pietre Dure, l’Istituto Superiore di Restauro, l’Arcidiocesi Spoleto-Norcia, i Laboratori dei Musei Vaticani ed il Comune di Spoleto.

Il seminario operativo del 17 dicembre, tratta temi come l’imballaggio e il trasporto di dipinti e sculture, l’analisi dei sistemi di protezione delle opere secondo la tipologia e la conformazione, i nuovi materiali, la valutazione dei rischi e delle pericolosità per i manufatti in fase di movimentazione.

Il corso del Prof. Boddi si rivolge a restauratori, architetti, tecnici, storici dell’arte, studenti ed operatori museali interessati ad acquisire competenze nell’ambito della movimentazione delle opere d’arte.

Durante il convegno, sarà proiettato in anteprima il video “Dal recupero alla conservazione. Le messe in sicurezza delle opere del deposito di Santo Chiodo salvate dal sisma 2016” a cura di Sabap Umbria.

Ulteriori argomenti e casi di restauro saranno illustrati nella ricca sezione poster.

Su prenotazione, si effettueranno visite guidate al Deposito a cura di Sabap Umbria e Virart ODV, con la possibilità di ammirare gli ultimi restauri e la ricomposizione dell’iconostasi di San Salvatore a Campi.

L’evento è svolto con il contributo della Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Mic.

Per prenotare: tel. 393 7270512 e-mail: segreteria@virart.org

Info: https://virart.org/convegno-gestione-patrimonio-in-emergenza/ oppure sulla pagina Facebook Spoleto – Deposito Opere d’Arte di Santo Chiodo

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!