Scolaresca a lezione dai microbiologi dell’ospedale di Perugia - Tuttoggi

Scolaresca a lezione dai microbiologi dell’ospedale di Perugia

Redazione

Scolaresca a lezione dai microbiologi dell’ospedale di Perugia

L’iniziativa per promuovere la cultura della prevenzione sui batteri e il corretto uso degli antibiotici
Sab, 18/01/2020 - 09:13

Condividi su:


Scolaresca a lezione dai microbiologi dell’ospedale di Perugia

Trenta alunni della scuola primaria, accompagnati dai genitori hanno partecipato, nel pomeriggio di venerdì 17 gennaio, ad una iniziativa organizzato dalla Azienda Ospedaliera di Perugia in collaborazione con il POST – Officina per la scienza e tecnologia allo scopo di promuovere la conoscenza dei batteri killer e dell’uso corretto degli antibiotici.

Si è trattato di una visita guidata nel Laboratorio di Microbiologia dove la responsabile della struttura Professoressa Antonella Mencacci ha illustrato ai ragazzi le procedure tecniche per arrivare alla diagnosi delle patologie legate ai batteri, anche con dimostrazioni al microscopio.

La scolaresca è stata accolta dal commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera Antonio Onnis, dal Magnifico rettore dell’Università di Perugia Maurizio Olivero e dal personale della direzione aziendale.

“Abbiamo aderito con grande piacere – ha detto Francesco Gatti presidente del POST- nella convinzione che la conoscenza scientifica deve essere trasmessa alle giovani generazioni fin dai primi anni scolastici. Quello di oggi è solo un primo passo per una collaborazione sempre più intensa per avvicinare sempre più i cittadini ai luoghi della ricerca e assistenza sanitaria”. Anche la direttrice del Post Anna Rebella ha confermato la disponibilità ad altri incontri con gli studenti e a collaborazioni divulgativo, a carattere scientifico.

Piena soddisfazione è stata espressa anche dal commissario straordinario Onnis “ : Questo incontro rientra nel progetto di avvicinamento dell’ospedale alla città, al territorio; rafforzare la conoscenza di nozioni tanti importanti per la salute della comunità è un obbligo che ha trovato piena adesione anche da parte delle famiglie”.


Condividi su:


Aggiungi un commento