Scherma Terni, straordinario Alessio Foconi sul tetto del mondo a Parigi

Scherma Terni, straordinario Alessio Foconi sul tetto del mondo a Parigi

L’atleta del Circolo Scherma Terni si laurea fiorettista n°1 al mondo nella competizione parigina

share

Straordinario, sensazionale, storico. Sono solo alcuni degli aggettivi che, a caldo, vengono in mente per descrivere l’ennesimo tassello di una carriera già meravigliosa, ma che ha lo sguardo rivolto sempre verso l’alto e verso il futuro.

La dimostrazione è il risultato con cui Alessio Foconi, fiorettista azzurro del Circolo Scherma Terni, apre il suo 2018: ovvero laureandosi fiorettista numero 1 al mondo sulle pedane parigine dello Stade “Pierre-de-Coubertin” nella prima prova di Coppa del Mondo dell’anno nuovo, a fronte di 248 contendenti, al termine di una prova assolutamente dominante e che ha visto l’atleta ternano in forza al Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare spadroneggiare contro ogni avversario.

Foconi, ai nastri di partenza già numero 5 del ranking individuale assoluto della FIE, ha superato convintamente e in rapida successione lo statunitense Mathieu (15-11), il sudcoreano Heo (15-12) e il francese Auclin (15-8), avanzando senza affanni dal tabellone dei 64 a quello della finale ad 8. Quarto di finale, sulla carta, estremamente ostico, contro uno dei grandi favoriti della vigilia, ovvero il britannico Kruse (#3 al mondo): in pedana, però, è tutt’altra storia, con lo schermidore del Circolo Scherma Terni assolutamente incontenibile e vincitore per 15-7.

Con tre italiani sul podio, entrambi gli assalti medagliati hanno messo Foconi di fronte a due connazionali. Ma non ce n’è per nessuno: il dominio di Alessio gli consente di superare due campionissimi estremamente ostici come, rispettivamente, Avola e il campione olimpico Garozzo, entrambi con il punteggio di 15-10. Ed è tetto del mondo già al primo appuntamento iridato del 2018.

Mai nessuno come Alessio Foconi nella scherma ternana e umbra. A Parigi è arrivato il quarto podio mondiale nelle ultime cinque prove di un’incredibile stagione di Coppa del Mondo e il secondo oro individuale in carriera, dopo quello conquistato a Torino nel 2016. Con la prova a squadre da disputare nella giornata di domani, il palmares già prestigioso dell’atleta ternano potrebbe arricchirsi ulteriormente.

Le lodi del Presidente del Circolo Scherma Terni, Alberto Tiberi, giungono a chiosa di un’altra giornata memorabile, da incorniciare: “Stiamo assistendo all’affermazione definitiva di un Alessio maturo e consapevole delle sue enormi potenzialità, dominante fisicamente e sublime tecnicamente. Sta aumentando sempre più i suoi parametri di preparazione, mese dopo mese: è in una forma strepitosa e non sappiamo onestamente dove possa arrivare, non c’è limite. Il nostro Alessio è l’orgoglio del Circolo Scherma Terni e della città di Terni tutta: un esempio da seguire e una persona straordinaria, adorata da tutti qui nella casa della scherma ternana”.

share

Commenti

Stampa