Rifiuti, task force contro gli incendi

Rifiuti, task force contro gli incendi

Redazione

Rifiuti, task force contro gli incendi

Riunione in Prefettura dopo il caso Biondi: le misure
Ven, 03/07/2020 - 21:39

Condividi su:


Rifiuti, task force contro gli incendi

Rifiuti, task force per prevenire gli incendi nelle aree di stoccaggio. Dopo l’ennesimo incendio alla Biondi Recuperi di Ponte San Giovanni, riunione in Prefettura con la presenza, fra gli altri, del dirigente della Protezione civile dell’Umbria, dei rappresentanti del Comando provinciale dei vigili del fuoco, dell’Azienda regionale per la Protezione dell’Ambiente dell’Umbria (Arpa) e delle Usl Umbria 1 e 2.

Il Tavolo tecnico di lavoro

È stata oggetto di analisi la situazione provinciale relativa agli impianti di stoccaggio e lavorazione dei rifiuti, alla luce della normativa in materia. Nella riunione si è convenuto di costituire un “Tavolo Tecnico di lavoro”, composto dai soggetti disegnati dai rappresentanti di ciascuna Amministrazione presente, con un duplice obiettivo.

I Piani di emergenza

Da un lato, procedere all’espletamento delle attività connesse alla predisposizione dei Piani di emergenza esterni, in stretta sinergia con i Gestori degli Impianti, sulla base delle prime indicazioni operative fornite al riguardo, in attesa delle Linee guida in materia, elaborate a cura del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio, di prossima emanazione con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Mirati servizi di verifica e controllo

Dall’altro lato, predisporre mirati servizi di verifica e controllo, con finalità preventive degli incendi, particolarmente importanti nell’attuale periodo estivo, all’interno dei siti di lavorazione, procedendo sulla scorta di un dettagliato screening degli stessi ed un serrato cronoprogramma.

Il prefetto, Claudio Sgaraglia, ha, infatti, evidenziato l’importanza di procedere ad un attento monitoraggio delle attività interessate, promuovendo una attività di collaborazione sinergica fra le varie componenti locali del sistema di protezione civile, in modo da assicurare il pieno rispetto delle normative da parte degli operatori del settore. Nonché l’adozione di tutte le misure precauzionali previste per scongiurare il rischio del verificarsi di eventi incidentali.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!