Ricostruzione post '97, rischio restituzione dei finanziamenti per chi non ha terminato i lavori - Tuttoggi.info

Ricostruzione post ’97, rischio restituzione dei finanziamenti per chi non ha terminato i lavori

Redazione

Ricostruzione post ’97, rischio restituzione dei finanziamenti per chi non ha terminato i lavori

Dom, 21/04/2024 - 09:53

Condividi su:


Annunciato un emendamento riparativo che darebbe ai comuni la discrezionalità di decidere sulla natura dei ritardi sulla ricostruzione, ma per il M5s non basta

Chi, per vari motivi, non ha portato a termine la ricostruzione post terremoto del 1997 rischia di dover restituire integralmente i finanziamenti ottenuti. Una situazione che nel Folignate riguarderebbe numerosi casi. A denunciarlo è il Movimento 5 stelle, che ha segnalato la problematica nell’apposita commissione regionale ottenendo assicurazioni dell’arrivo di un emendamento riparativo al disegno di legge presentato dalla Giunta regionale. Emendamento che però secondo i pentastellati non è sufficiente.

A spiegare nel dettaglio la questione sono il consigliere regionale M5s Thomas De Luca e quelli comunali di Foligno David Fantauzzi e Rosangela Marotta: “La giunta regionale ha presentato nelle scorse settimane un disegno di legge “Norme in materia di ricostruzione degli edifici di proprietà privata danneggiati dal sisma del 1997”, proposta di cui si è fatta promotrice la presidente Tesei. Nel testo al comma 14 dell’art.1 si afferma che “il mancato rispetto dei termini comporta la decadenza dal contributo ed il recupero delle somme erogate, maggiorate dagli interessi legali”. L’unica condizione esclusa sono i contenziosi giudiziari”.

“Ancora adesso, dopo quasi 30 anni dal terremoto che sconvolse l’Umbria nel 1997, – sottolineano i tre esponenti di minoranza – ci sono centinaia di famiglie che non per loro colpa, non sono riuscite ancora a portare a termine i lavori per la ricostruzione delle loro case. La maggior parte di queste si trovano nel territorio folignate. Se la norma dovesse essere approvata centinaia di famiglie rischierebbero di dover restituire alla regione decine o centinaia di migliaia di euro nonostante non abbiano alcuna colpa su questi ritardi ed abbiano eseguito correttamente tutti i lavori finanziati. Una mazzata che metterebbe in ginocchio centinaia di famiglie anche a Foligno. Il Movimento Cinque Stelle ha sollevato la questione nella Seconda commissione dell’Assemblea Legislativa e gli uffici della giunta hanno annunciato un emendamento riparativo che darebbe ai comuni la discrezionalità di decidere sulla natura dei ritardi. Riteniamo questa “toppa” assolutamente non sufficiente e chiederemo lo stralcio integrale della norma. Come Movimento proporremo un emendamento che metta invece in condizione i cittadini coinvolti di poter chiudere le loro pratiche attraverso un asseverazione che attesti la veridicità dei lavori svolti e la messa in sicurezza degli immobili”.

(modificato alle 16.40 del 21 aprile)

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_foligno

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!