Quintana, Daniele Scarponi resta allo Spada sino al prossimo anno - Tuttoggi

Quintana, Daniele Scarponi resta allo Spada sino al prossimo anno

Claudio Bianchini

Quintana, Daniele Scarponi resta allo Spada sino al prossimo anno

Il priore Castellano lascia Le Conce dopo otto anni | Iniziano le grandi manovre elettorali
Mer, 26/09/2018 - 08:33

Condividi su:


Quintana, Daniele Scarponi resta allo Spada sino al prossimo anno

Daniele Scarponi, il cavaliere ancora oggi più medagliato tra quelli in attività al Campo de li Giochi, resterà sotto Le Conce a vestire i panni dell’Audace.

A comunicarlo ufficialmente, con tanto di nota stampa, è lo stesso priore Alessio Castellano, che mette così subito a tacere le tante voci che erano state diffuse nei giorni scorsi.

A deliberare il prosieguo dell’incarico per il fantino folignate, il consiglio rionale di ieri sera, che si è espresso all’unanimità per la proroga alle due giostre del 2019

“Il consiglio ribadisce così la sua totale fiducia nei confronti di Daniele Scarponi – si legge – in un’ottica di collaborazione, lavoro comune ed impegno per il futuro”.

Si complica così, paradossalmente ancor di più, il cosiddetto ‘valzer dei cavalieri’ che secondo alcuni bene informati potrebbe scatenarsi durante questo inverno.

Se il cavaliere resta, il priore giallonero invece lascia. Ed in questo caso è – sino ad ora – il primo ad informare direttamente i suoi contradaioli. Tra l’altro, si tratta anche del ruolo di decano dei priori.

“Quella di settembre è stata per me l’ultima Quintana da priore, l’ultima volta che ho avuto l’onore e il privilegio di rappresentare il rione Spada. E’ difficile spiegare le emozioni che ho provato – dichiara Castellano – ancora adesso, vivo uno stato d’animo del tutto particolare”.

E ci tiene a ringraziare tutto il mondo spataro. “Ringrazio tutto il rione per quanto ha fatto in questi otto anni – prosegue – che sembrano tanti, ma sono volati in un baleno. Prima di tutto grazie ai consiglieri, che mi sono stati accanto in tutto questo percorso. Un abbraccio ai ‘senatori’ – sottolinea Castellano – la loro esperienza è stata per me un’ancora. Un grazie di cuore a tutti quei ragazzi e bambini che, in questi anni, ho visto scendere e salire le scale, migliaia di volte, con i piatti in mano”.

“L’esperienza che sto terminando – conclude il priore giallonero – è stata impegnativa ma esaltante, solo chi è un vero quintanaro può capire l’orgoglio di rappresentare il proprio rione. Sono tanti i ricordi di questa esperienza che mi accompagneranno per sempre. Non solo l’ebbrezza di quella notte di giugno ma i tantissimi momenti che mi hanno fatto sentire la vicinanza e l’affetto di tutti voi”.

Tra qualche settimana, i dieci rioni saranno chiamati al rinnovo dei consigli rionali, che poi saranno chiamati da eleggere i dieci priori in vista delle elezioni per il rinnovo dell’Ente Giostra della Quintana, presumibilmente nei primi di febbraio e comunque dopo la tradizionale Festività di San Feliciano.

Da quanto si dice, potrebbe cambiare più o meno la metà dei priori, ma questa è un’altra storia, e per ora il quadro è ancora troppo movimentato e poco chiaro.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!