Quattro nuovi strumenti per il servizio di cardiologia riabilitativa dell’Usl Umbria 1

Quattro nuovi strumenti per il servizio di cardiologia riabilitativa dell’Usl Umbria 1

Nuova donazione dell’associazione Cuor di Leone. Strumento wireless per la telemetria, un carrello emergenze, un aspiratore chirurgico e un defibrillatore

share

Continua l’opera dell’associazione Cuor di Leone a favore del servizio di cardiologia riabilitativa di Perugia, della Usl Umbria 1. Questa volta, grazie anche all’aiuto della Cassa Sovvenzione Dipendenti, sono stati donati uno strumento wireless per la telemetria per monitorare i pazienti durante la riabilitazione cardiologica, un carrello emergenze, un aspiratore chirurgico e un defibrillatore semiautomatico. Questi strumenti, del valore di oltre 21mila euro, sono stati consegnati e presentati nel corso di un incontro che si è svolto nei giorni scorsi presso la struttura dell’ex Grocco.

Si tratta di un ulteriore tassello nella collaborazione tra il servizio di riabilitazione cardiologica dell’Usl Umbria 1 che, nel corso degli anni, si è andata consolidando sempre più.

“Questa donazione – ha affermato Doriana Sarnari, direttore amministrativo della Usl Umbria 1 – per l’azienda perché, oltre al valore e all’importanza degli strumenti donati, il fatto che associazioni, come Cuor di Leone, pensino alla sanità, fa bene sperare per il futuro del settore”.

“Abbiamo deciso di sostenere questo costo e di donare quest’opera– ha spiegato Quartilio Mosconi, presidente dell’associazione Cuor di Leone – insieme alla Cassa Sovvenzione Dipendenti della Banca d’Italia, perché riteniamo che la riabilitazione cardiologica debba essere messa sempre di più in grado di migliorare. Auspichiamo, su questo versante, una maggior collaborazione tra ospedale e Usl per valorizzare questo settore e abbiamo già presentato una richiesta per dotare il servizio di spazi maggiori”.

“Ringrazio a nome di tutta l’equipe di cardiologia riabilitativa l’associazione Cuor di Leone che stanno facendo un lavoro straordinario per far conoscere il servizio. Come equipe– ha detto Lucia Filippucci, responsabile del servizio di cardiologia riabilitativa – siamo a disposizione di tutta l’utenza per le esigenze primarie. Con gli strumenti donati saremo in grado di lavorare ancora meglio. La telemetria wireless, infatti, ci permetterà di monitorare, senza ingombri per l’utente, l’attività cardiaca durante l’attività fisica. Il defibrillatore e il carrello emergenze, inoltre, ci consentiranno di gestire rapidamente ogni singola situazione fuori dal comune”.

L’associazione “Cuor di Leone” persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale che si concretizzano nel favorire l’assistenza e la riabilitazione dei pazienti cardiopatici, nel sostenere le strutture sanitarie per la diagnosi e la cura delle malattie cardiovascolari, per promuovere iniziative di prevenzione delle malattie cardiovascolari e delle recidive, sostenere la formazione professionale degli operatori del settore, istituire borse di studio, organizzare congressi, promuovere la pubblicazione di materiale informativo specifico.

share

Commenti

Stampa