Pubblicato il bando sul “Dopo di noi”, scadenza fissata al 15 marzo - Tuttoggi

Pubblicato il bando sul “Dopo di noi”, scadenza fissata al 15 marzo

Redazione

Pubblicato il bando sul “Dopo di noi”, scadenza fissata al 15 marzo

Costituzione di un elenco regionale di soggetti impegnati nell'ambito sociale e socio-sanitario a supporto di persone con disabilità prive di sostegno familiare
lunedì, 25/02/2019 - 13:19

Condividi su:


Pubblicato il bando sul “Dopo di noi”, scadenza fissata al 15 marzo

Scadrà il 15 marzo prossimo l’avviso per la costituzione di un elenco regionale di soggetti impegnati in ambiti di interesse sociale e socio-sanitario a supporto delle persone con disabilità, prive del sostegno familiare, che beneficiano degli interventi della legge sul “Dopo di noi” (112/2016). Il bando è rivolto ad associazioni ed enti di promozione sociale, associazioni e fondazioni non bancarie operanti nel settore sociosanitario, cooperative sociali, imprese sociali, Onlus, organizzazioni di volontariato, enti ecclesiastici, aziende pubbliche di servizi alla persona (Asp), associazioni di categoria costituite in Ats o Ati, Associazioni temporanee di scopo, che soddisfano i requisiti previsti per l’iscrizione all’elenco.

“L’obiettivo – spiega Luca Barberini, assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare della Regione Umbria – è quello di fornire ai cittadini che intendono accedere ai servizi innovativi previsti dal programma ‘Dopo di noi’ un elenco di soggetti di comprovata competenza, da cui poter attingere per la realizzazione di progetti personalizzati finanziati con il Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Si tratta, ad esempio, di percorsi di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine, di interventi a supporto della domiciliarità in soluzioni alloggiative come il co-housing, programmi per favorire l’autonomia quotidiana delle persone con disabilità, anche attraverso tirocini per l’inclusione sociale e lavorativa”.

“È la prima volta – sottolinea Barberini – che in Umbria viene costituito uno strumento di questo genere, a cui i beneficiari possono attingere o meno, senza alcun obbligo. Si tratta di elenco molto atteso sia dal Terzo settore sia dai cittadini interessati, che di fatto chiude il cerchio sulla completa attuazione della legge sul ‘Dopo di noi’. Così come è la prima volta che, nella nostra regione, vengono attuati interventi del genere a sostegno delle disabilità, con risorse specifiche, per circa 2 milioni di euro, messe a disposizione dei territori per dare risposte concrete a chi si trova in una situazione di particolare fragilità e non può più contare, o non potrà più contare in un futuro prossimo, sulla protezione della famiglia”.

I bandi per partecipare alle misure previste dal programma “Dopo di noi” sono ancora aperti. I beneficiari delle misure sono persone con disabilità grave fra i 18 e i 64 anni, prive del sostegno familiare e con un Isee fino a 35mila euro. I cittadini interessati possono rivolgersi ai Comuni di residenza.


Condividi su:


Aggiungi un commento