PRESENTATO IL PROGETTO "PIEDIBUS PER FOLIGNO", PERCORSI SICURI CASA-SCUOLA-CASA PER BENESSERE E AMBIENTE (Foto TO®) - Tuttoggi

PRESENTATO IL PROGETTO “PIEDIBUS PER FOLIGNO”, PERCORSI SICURI CASA-SCUOLA-CASA PER BENESSERE E AMBIENTE (Foto TO®)

Redazione

PRESENTATO IL PROGETTO “PIEDIBUS PER FOLIGNO”, PERCORSI SICURI CASA-SCUOLA-CASA PER BENESSERE E AMBIENTE (Foto TO®)

Gio, 28/04/2011 - 08:38

Condividi su:


Percorsi sicuri casa-scuola-casa per il benessere e la sostenibilità ambientale: sono quelli proposti da “Piedibus per Foligno”, progetto – partito poco prima di Pasqua – che consente a 25 bambini della scuola elementare di Santa Caterina di raggiungere la sede scolastica a piedi seguendo un percorso prestabilito. I bambini, guidati da volontari dell’Auser, si recano quindi a scuola in gruppo partendo alle 7,50 dal parcheggio sottostante il Parco dei Canapè (tranne il martedì per via del mercato), per poi tornare dall’istituto al punto di ritrovo – sempre in via Nazario Sauro – intorno alle 16 del pomeriggio. I bimbi sono divisi in due gruppi: quello della linea rossa, al momento di 12 bambini, che comprende quelli tra la prima e la terza elementare, e quello della linea blu, composto invece da 13 bambini, che vede inclusi quelli tra la terza e la quinta elementare. Sono sei i buoni motivi che l’iniziativa – illustrata ieri mattina nella Sala Pio La Torre di Palazzo Orfini-Podestà e promossa dall’assessorato alle politiche per l’infanzia, alle politiche per l’istruzione e la formazione e lo sviluppo economico, urbanistica e ambiente in collaborazione con Asl 3, Auser e II circolo didattico – presenta per l’adesione: la salute – il Piedibus offre ad ognuno la possibilità di fare del sano esercizio fisico –, la sicurezza – i bambini che vanno a scuola col Piedibus fanno parte di un grande e visibile gruppo sorvegliato da adulti e da accompagnatori –, l’educazione civica – Piedibus aiuta i bambini ad acquisire “abilità pedonali”, rendendoli in grado di affrontare il traffico quotidiano –, la socializzazione – i bambini sviluppano un forte senso di integrazione e condivisione –, l’ambiente – andare con il Piedibus aiuta a ridurre il traffico attorno alle scuole e l’inquinamento atmosferico, migliorando, così, l’ambiente a beneficio di tutti, e infine respirare meglio: percorrere un breve tragitto in automobile espone infatti maggiormente all’inquinamento dell’aria rispetto all’andare a piedi. Il Piedibus è dunque un autobus umano formato da un gruppo più o meno numeroso di bambini in movimento, accompagnati da due o più adulti, con capolinea, fermate, orari ed un percorso prestabilito. Gli adulti hanno, rispettivamente, il ruolo di “autista”, se sono in testa alla fila dei bambini, e di “controllore” se si trovano a chiuderla. I bambini si recano a scuola in gruppo, seguendo un percorso stabilito e raccogliendo “passeggeri” alle “fermate” predisposte lungo il cammino. Il Piedibus viaggia sempre, con tutte le condizioni meteorologiche: ciascun componente indossa un gilet rifrangente ed all’occorrenza una mantellina anti-pioggia che sarà fornita dall’organizzazione.
“L’iniziativa è anche un modo per contrastare la sedentarietà dei bambini”, ha detto l’assessore all’infanzia Maria Frigeri. “I bimbi inoltre hanno l’opportunità di familiarizzare con la città e le regole”. L’assessore all’urbanistica Joseph Flagiello ha parlato dell’importanza di un’idea di “mobilità diversa nel centro cittadino” mentre l’assessore all’istruzione, Rita Zampolini, ha ricordato che si tratta di “un’ulteriore opportunità educativa e di crescita per i bimbi, con anche la funzione di apprendere stili di vita sani. È dunque un progetto che mira al miglioramento della qualità della vita, gustando e conoscendo pure la città”. Il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, ha sottolineato che “il progetto dà tanta soddisfazione ed è importante perché si registra l’impegno di varie aree dell’Ente per questo obiettivo. Inoltre si pone l’accento sul tema della salute e sul modo di vivere in modo diverso la città ed in particolare nel centro storico. Bisogna cominciare dai bambini per convincere che è possibile vivere la città in maniera diversa”.
Dunque Piedibus: Per fare movimento, Imparare a circolare, Esplorare il proprio quartiere, Diminuire traffico ed inquinamento, Insieme per divertirsi, Bambini più allegri e sicuri di sé, Un buono esempio per tutti, Svegliarsi bene ed arrivare vispi a scuola.

(Elisa Panetto)

©Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!