Polizze RC: il calcolo assicurazione moto oggi è a portata di click - Tuttoggi

Polizze RC: il calcolo assicurazione moto oggi è a portata di click

Redazione

Polizze RC: il calcolo assicurazione moto oggi è a portata di click

Mer, 21/09/2022 - 09:38

Condividi su:


Per effettuare il calcolo dell’assicurazione moto è possibile rivolgersi a portali di comparazione online veloci e pratici

Sempre più spesso le assicurazioni moto vengono stipulate online, grazie ai diversi vantaggi di cui è possibile beneficiare grazie a questi prodotti.

Si tratta di vantaggi come, per esempio, il risparmio economico, che le compagnie riescono a offrire grazie all’abbattimento dei costi legati alla gestione delle sedi fisiche. A ciò si aggiunge la minore quantità di tempo richiesta per la ricerca della polizza migliore.

Anche richiedere un preventivo per l’assicurazione moto, infatti, è molto più veloce e smart sul web, grazie a siti specializzati che consentono di avere una panoramica completa delle principali offerte disponibili sul mercato.

In particolare, per effettuare il calcolo dell’assicurazione moto è possibile rivolgersi a portali di comparazione come 6sicuro, che elabora in pochi minuti preventivi dettagliati con cui confrontare le proposte delle migliori realtà del settore assicurativo.

Come effettuare il calcolo dell’assicurazione moto

Per avere un preventivo e calcolare l’assicurazione per la propria due ruote, occorre innanzitutto inserire i propri dati anagrafici come nome, cognome, data di nascita e professione.

Può essere determinante lacittà di residenza che, se molto popolata e trafficata, può rappresentare un fattore di rischio maggiore. Naturalmente sarà necessario indicare anche elementi indispensabili quali il modello e l’allestimento della moto, anche se la targa non è fondamentale, se ancora non la si è acquistata: la cilindrata sarà la discriminante più importante. A differenza che nelle autovetture, infatti, a una cilindrata maggiore può corrispondere un maggiore risparmio perché la guida sarà più esperta.

Per il calcolo finale, andranno anche indicati la presenza di allarme antifurto o semplice catena e il ricovero in strada o in garage: naturalmente, più al sicuro sarà parcheggiata la moto, minore potrà rivelarsi il premio annuo.

Naturalmente, la classe di merito indicata può davvero fare la differenza: più è bassa e maggiormente si avrà convenienza: a tale scopo, come per le autovetture, si può sfruttare la legge Bersani per poter ottenere quella del membro della famiglia più esperto.

Alla fine, nel calcolo, si potranno apprezzare una serie di parametri da valutare, nonché aggiungere coperture accessorie.

Calcolo assicurazione moto: quali fattori valutare in fase di scelta

Il premio annuo sarà naturalmente quello che farà orientare maggiormente verso una compagnia assicurativa piuttosto che un’altra. Ma esistono modalità diverse che possono far pendere l’ago della bilancia, come ad esempio il pagamento semestrale in due rate al posto di quello annuale, oppure persino il mensile.

Talvolta, le compagnie bloccano un determinato prezzo se si provvede alla stipula della polizza entro una certa data o con pagamento con carta di credito, oppure aggiungono coperture quali il risarcimento diretto: quest’ultimo consente di avere il risarcimento di un danno direttamente dalla propria compagnia, senza dover attendere quella della controparte.

Da valutare è anche il massimale, ovvero la cifra oltre la quale l’assicurazione non coprirà i danni, e se presente anche la franchigia: si tratta di una soglia entro la quale sarà l’assicurato a dover provvedere di tasca propria, potendo contare sulla sua compagnia solo per la parte eccedente. A volte, la franchigia coincide con un premio annuale più conveniente, tuttavia occorre valutare i pro e i contro di tale formula.

Nella RC di base si possono trovare incluse o aggiungere anche coperture accessorie, quali ad esempio la sospendibilità della polizza, utile specialmente qualora si intenda usare la moto solo nella bella stagione senza dover corrispondere il premio assicurativo nei mesi in cui è ferma. Spesso valutato è anche il soccorso stradale, indispensabile se si fa del veicolo un uso intensivo anche su lunghe percorrenze.

Da valutare, invece, la furto e incendio per modelli nuovi e costosi, o la bonus protetto che permette di non perdere classi di merito in caso di sinistro. Da poter aggiungere vi sono anche la tutela legale per eventuali controversie o la infortuni del conducente per essere risarciti anche se con colpa.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!