Pioggia e vento sull’Umbria, allerta meteo della protezione civile

Pioggia e vento sull’Umbria, allerta meteo della protezione civile

La situazione più critica nella giornata di domenica, con temporali soprattutto nello Spoletino, in Valnerina, nel Ternano e nell’Orvietano | Aggiornamenti: disagi fino a martedì

share

Aggiornamenti. I disagi, secondo le ultime previsioni diramate dalla protezione civile, in Umbria dovrebbero protrarsi fino a martedì, con vento e pioggia. Anche la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, attraverso il proprio profilo social, ha evidenziato i possibili rischi.

Vento, pioggia e temporali sull’Umbria in questo fine settimana. Per la giornata di sabato, il Centro di monitoraggio idrogeologico della Regione Umbria ha previsto, su tutta l’Umbria, un moderato rischio legato alla pioggia, con ipotesi di “localizzati danni ad infrastrutture, edifici e attività antropiche interessati da frane, da colate rapide o dallo scorrimento superficiale delle acque”. Possibili anche “localizzate e temporanee interruzioni della viabilità in prossimità di piccoli impluvi, canali, zone depresse (sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali, ecc.) e a valle di porzioni di versante interessate da fenomeni franosi”. E ancora: “Localizzati danni alle coperture e alle strutture provvisorie con trasporto di tegole a causa di forti raffiche di vento o possibili trombe d’aria. Rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature con conseguenti effetti sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione servizi. Danni alle colture agricole, alle copertura di edifici e agli automezzi a causa di grandinate. Localizzate interruzione dei servizi, innesco di incendi e lesioni da fulminazione”.

Ovviamente, si tratta di possibili rischi segnalati in via precauzionale.

La situazione più critica è invece prevista per la giornata di domenica, quando la pioggia, nella zona meridionale dell’Umbria, assumerà carattere temporalesco, con forti raffiche di vento. L’allarme, in particolare, interesserà la Valnerina, lo Spoletino, il Ternano e l’Orvietano. Il livello di allerta passerà da “gallo” ad “arancione”.

La perturbazione, di origine atlantica e in provenienza dalla penisola iberica, secondo la protezione civile nel fine settimana investirà le regioni del nord e del centro Italia

share

Commenti

Stampa