Il nuovo presidente della Consulta Grossi il 31 marzo a Spoleto - Tuttoggi

Il nuovo presidente della Consulta Grossi il 31 marzo a Spoleto

Carlo Ceraso

Il nuovo presidente della Consulta Grossi il 31 marzo a Spoleto

Il nuovo presidente della Corte costituzionale è membro del Consiglio scientifico del Cisam, il 31 marzo sarà a Spoleto
Mer, 24/02/2016 - 19:28

Condividi su:


Il nuovo presidente della Consulta Grossi il 31 marzo a Spoleto

Anche la città di Spoleto ha salutato con ammirazione la nomina di Paolo Grossi a presidente della Corte costituzionale, nomina arrivata poco fa al termine della seduta che ha visto il giurista e storico ottenere la quasi unanimità dei favori (14 voti, 1 scheda bianca). Il professor Grossi è da sempre legatissimo alla città di Spoleto, dove ricopre la carica di membro del Consiglio scientifico della Fondazione Cisam (Centro italiano studi sull’Alto Medioevo), incarico che ha sempre svolto con grande passione,anche nel seguire sempre i lavori della Settimana di studi dedicati all’Alto Medioevo che si tiene ogni anno nella settimana successiva alla Pasqua.

Nonostante gli impegni di giudice costituzionale e da oggi di presidente della Consulta, Paolo Grossi ha già confermato che il 31 marzo prossimo terrà la conferenza inaugurale della 64edizione della Settimana di studi del Cisam, sul monachesimo nell’Alto Medioevo (qui la presentazione). “Tutto il consiglio scientifico è orgoglioso di questa nomina che dimostra ancora una volta il grande valore dei componenti dell’organismo” dichiara a Tuttoggi.info il professor Enrico Menestò, presidente della Fondazione Cisam.

Ottantatré anni, Grossi vanta una lunga carriera di professore universitario di storia del diritto e di diritto canonico in numerose facoltà. Il 23 febbraio 2009 era stato nominato giudice della Consulta dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. È il quarantesimo presidente della Corte costituzionale e sostituirà Alessandro Criscuolo, che l’11 febbraio scorso aveva annunciato le dimissioni per motivi familiari.


Condividi su:


Aggiungi un commento