Ospedale di Assisi senza chirurgia per un mese: protesta la giunta - Tuttoggi

Ospedale di Assisi senza chirurgia per un mese: protesta la giunta

Redazione

Ospedale di Assisi senza chirurgia per un mese: protesta la giunta

Sab, 08/01/2022 - 07:00

Condividi su:


Per Proietti e Paggi è l'"ennesimo impoverimento di un plesso che serve 60.000 persone"

Per almeno un mese l’ospedale di Assisi – come quelli di Castiglione del Lago e Umbertide – non avrà un reparto di chirurgia operativa e se la decisione è nota da una settimana, solo ora arriva la protesta dell’amministrazione comunale di Assisi.

Proietti e Paggi: “Scelta scellerata e assurda”

Una scelta scellerata e assurda – affermano il sindaco Stefania Proietti e l’assessore ai servizi socio-sanitari Massimo Paggi che certifica l’obiettivo di impoverire ulteriormente l’ospedale di Assisi e la mancanza di una politica sanitaria favorevole agli interessi dei cittadini. Il presidio di Assisi serve una popolazione di oltre 60 mila persone oltre l’enorme afflusso di turisti che ogni anno affollano la città. La sanità come è noto è di competenza regionale e ancora una volta la Regione si sta dimostrando incapace non solo di gestire l’emergenza ma anche tenace nel perseguire la missione di depauperare l’offerta sanitaria nel nostro distretto”.

Non possiamo stare zitti e fermi – continuano il sindaco e l’assessore – rispetto al proposito di smantellamento del nostro ospedale. La sanità è un diritto fondamentale e deve essere garantito ai tutti i cittadini, non possono esistere cittadini di serie A di serie B. Ci organizzeremo per far sentire la nostra voce, l’amministrazione comunale e la gente, chiedendo con forza di non depotenziare il nostro ospedale, di garantire tutti i servizi e di mostrare attenzione anche verso la struttura che rischia di diventare fatiscente”.

Pastorelli: “Il futuro dell’ospedale di Assisi non è in discussione”

Per il consigliere regionale Stefano Pastorelli (Lega), però, “E’ ora che Stefania Proietti faccia il sindaco e non il politico, Assisi ha bisogno di una guida competente e capace, non di un futuro candidato di sinistra a qualche poltrona romana. In un momento simile non si possono diffondere falsità sulla sanità, ma è necessario lavorare la tutela della salute della comunità umbra. In questo momento è da irresponsabili fare speculazione politica e diffondere paure tra la popolazione. Il futuro dell’ospedale di Assisi, come già detto più volte, non è e non sarà mai in discussione. Al contrario del sindaco e dell’assessore, noi come Lega Assisi teniamo davvero al futuro del nostro ospedale e stiamo lavorando per tutelarlo e valorizzarlo. Il consigliere regionale Pastorelli – conclude la nota – avrà a breve un incontro con l’assessore Coletto e il suo staff per un ulteriore incontro sul futuro della sanità assisana“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!