Operazione “Montana”, chiuso dal questore il bar degli spacciatori

Operazione “Montana”, chiuso dal questore il bar degli spacciatori

Provvedimento del questore di Terni per il locale che era ritrovo degli spacciatori arrestati | Notificate tre misure di prevenzione a tre dei 14 arrestati

share

Chiuso il bar di Terni che era il ritrovo degli spacciatori arrestati la scorsa settimana a Terni nell’ambito della cosiddetta operazione “Montana”, che ha portato all’arresto di 14 persone.

Nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla polizia di Stato di Terni, il questore Antonino Messineo ha infatti emesso un provvedimento di chiusura per 30 giorni ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza nei confronti del bar abituale ritrovo e punto di incontro dei capi  dell’organizzazione criminale smantellata dalla Squadra Mobile.

Il provvedimento è stato notificato sabato dagli agenti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale. Il Questore ha altresì emesso tre misure di prevenzione dell’“avviso orale” nei confronti di tre degli arrestati, due italiani ed uno di nazionalità albanese, in quanto già gravati da altri precedenti penali e di polizia; mentre l’Ufficio Immigrazione esaminerà la posizione dei cittadini stranieri coinvolti nell’indagine ai fine di una eventuale revoca del permesso di soggiorno.


Operazione “Montana”, a Terni fiumi di droga e spaccio anche in chiesa

share

Commenti

Stampa