Norcia è sporca, amministrazione comunale vuole sensibilizzare cittadini e Vus

Norcia è sporca, amministrazione comunale vuole sensibilizzare cittadini e Vus

Il degrado ambientale affrontato nella prima riunione della nuova Giunta, il Comune pensa di organizzare giornate di pulizia del territorio coinvolgendo i cittadini

share

Degrado e sporcizia a Norcia per colpa dell’inciviltà di alcuni cittadini, ma anche per una gestione non ottimale da parte della Vus. A denunciarlo è la stessa amministrazione comunale che evidenzia come i giardini, le tensostrutture, le vie della città, gli spazi pubblici in generale soffrono da qualche tempo anche per la mancanza di educazione di chi ne usufruisce. Una situazione unita “ai problemi importanti che sta attraversando la Valle Umbra Servizi e per i quali, nei giorni scorsi, il Comune di Norcia ha sollevato formalmente le criticità all’azienda”.

Il problema è il degrado diffuso, con cartacce ed immondizia abbandonate dagli incivili, ma anche la carenza della raccolta da parte della Vus. Senza pensare al servizio della differenziata, con i cassonetti non presenti ovunque e gli operatori impegnati in Valnerina in numero assolutamente insufficiente, anche se in questi giorni sono entrati in servizio nuovi addetti.

Il problema ambientale, quindi, è stato tra i primi affrontati dalla Giunta Alemanno appena insediatasi nella prima riunione, martedì. E si è parlato anche del nuovo progetto per l’implementazione della videosorveglianza, che sta facendo il suo corso e che aiuterà ad identificare anche eventuali vandali e incivili.

Mentre la Vus, fa sapere l’amministrazione comunale, ha comunicato che si sta provvedendo a riorganizzare il servizio con nuovo personale e mezzi.

“Ci piacerebbe pensare che tutto ciò possa essere sufficiente – dichiara il sindaco, Nicola Alemanno -. Tuttavia al fine di continuare nell’azione di sensibilizzazione della comunità al rispetto del decoro della città, la Giunta ha deciso di dare avvio ad una serie di iniziative e, tra queste, l’adesione alle giornate indette da Legambiente denominate ‘Puliamo il Mondo’. Auspichiamo – prosegue Alemanno – che seguano altre iniziative periodiche indette da Associazioni locali, dalle scuole, insomma dalla Comunità tutta, organizzate sullo stresso modello e regolarmente autorizzate”. Anche per pulire la propria città volontariamente infatti è necessario seguire un iter autorizzativo.

L’Amministrazione comunicherà presto le prossime date ed iniziative auspicando un importante partecipazione.

share

Commenti

Stampa