Nodino, lettere Anas ai proprietari dei terreni

Nodino, lettere Anas ai proprietari dei terreni

Massimo Sbardella

Nodino, lettere Anas ai proprietari dei terreni

Lun, 10/05/2021 - 15:00

Condividi su:


Annunciato l'avvio di rilievi e sondaggi per progettare la discussa variante | I Comitati del "no" annunciano manifestazioni davanti alla Regione

Nodino, lettere dell’Anas ai proprietari dei terreni interessati dal progetto. In cui si avvisa dell’inizio di rilievi e sondaggi geofisici e geognostici.

Lettere che preoccupano il Coordinamento dei comitati, delle associazioni e delle imprese contrari alla variante stradale. Che hanno appreso con “grande sorpresa” dell’arrivo delle lettere. Dopo che le amministrazioni comunali di Perugia e Torgiano, con i propri sindaci, si sono espressi o in maniera contraria alla realizzazione dell’opera oppure chiedendo più approfondite valutazioni. Peraltro in sintonia col Ministero delle Infrastrutture e Trasporti che aveva già provveduto a richiedere soluzioni progettuali alternative di tracciato, che attualmente Anas non ha ancora presentato.

Nodini, i Comitati contro
gli industriali: opera inutile

“La presidente Tesei e la Giunta che ne pensano?” chiedono i Comitati. Che vogliono sapere se Anas stia procedendo sulla base di un progetto del 2003, reso obsoleto da vincoli di tutela ambientale intervenuti successivamente. “Perché quindi – domandano – spendere milioni per un progetto definitivo che potrebbe essere accantonato stante il nuovo quadro normativo? Perché – proseguono – la valutazione ambientale strategica, prevista per legge, non viene fatta prima?”.

E si chiede di attendere l’esito del raddoppio della rampa verso Perugia, annunciato anche dall’assessore Melasecche.

Un intervento, quello sulle rampe, ben più importante per risolvere il problema del traffico per la mobilità locale, ma secondario rispetto all’obiettivo nazionale a cui guarda Anas, e cioè eliminare la strozzatura da nord-est a sud-ovest a Perugia verso Roma.

“E’ del tutto evidente – scrivono i Comitati a proposito della viabilità locale – che gli annunciati nuovi rilievi sul traffico, che Anas asserisce essere in corso, non potrebbero che confermare un forte calo dei flussi. E’ infatti sotto gli occhi di tutti che in questo periodo di forti limitazioni al traffico locale per Covid, sono scomparse le annose code sui punti nevralgici, a conferma e dimostrazione che le lamentate criticità sono determinate per grandissima parte dal traffico locale che grava sul raccordo autostradale in direzione Perugia e sulla Statale SS75 in direzione Foligno e non sulla E45”.

Ma le lettere inviate dall’Anas ai proprietari della zona confermano che si sta andando avanti sul progetto del Nodino. Un comportamento giudicato grave da Comitati e associazioni, che annunciano una serie di manifestazioni di protesta davanti alla Regione.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!