"Nocera longobarda" presenta la prima edizione - Tuttoggi

“Nocera longobarda” presenta la prima edizione

Redazione

“Nocera longobarda” presenta la prima edizione

Dom, 10/07/2022 - 08:54

Condividi su:


Tre giorni dedicati alla cultura che ha lasciato segni e cultura nella città delle acque. Tema di questa edizione: il cibo

Si è svolta questa mattina, nella suggestiva cornice della Biblioteca ‘Piervissani’ nel cuore
del centro storico di Nocera Umbra, la conferenza stampa di presentazione della prima
edizione di ‘Nocera Longobarda’, un evento storico-culturale che si svolgerà nella Città
delle Acque nel prossimo fine settimana (15-16-17 luglio), voluto fortemente
dall’Amministrazione comunale, in sinergia con il Gruppo archeologico ‘Noukria’ e l’Ente
Palio dei Quartieri, con quest’ultimo che si occuperà della gestione organizzativa
dell’intera manifestazione.

La realizzazione dell’intero evento è stata possibile grazie al sostegno della ‘Fondazione Perugia’ che ha riservato particolare considerazione al progetto presentato all’interno di un apposito bando.

Questa prima edizione si intitola ‘CIBUS’ ed è prevalentemente dedicata al cibo e quindi
alla tradizioni alimentari del popolo longobardo, la cui storia viene ricompresa nella
complessità del periodo che lega l’antichità al medioevo.

È stato il sindaco Virginio Caparvi ad aprire la conferenza stampa sottolineando
soprattutto la valenza storica e culturale dell’iniziativa che rappresenta – ha detto – “una
fortissima e nitida immagine identitaria del nostro territorio. L’auspicio è quello di far
diventare questo evento un appuntamento annuale al quale dedicare sempre più
attenzione e studio, portando Nocera al centro di rievocazioni longobarde che altre
importanti località italiane ed europee portano avanti da anni. Noi, la nostra città, merita di
diritto un posto tra di esse. Un ringraziamento particolare va rivolto alla ‘Fondazione
Perugia’ che, grazie al sostanzioso sostegno economico predisposto ci ha permesso di
strutturare un programma di altissimo rilevo e livello.

Grazie poi a chi lavorerà sul campo:
l’Ente Palio dei Quartieri ed il Gruppo archeologico Noukria. Sarà anche l’occasione
– ha
concluso il Sindaco – per ricominciare ad riaprire, dopo alcuni lavori e migliorie espositive,
il nostro Museo archeologico dove, tra molti altri reperti, quelli longobardi rappresentano
un’autentica eccellenza nazionale”.

Parole importanti sono state quelle del rappresentante della ‘Fondazione Perugia’,
Maurizio Tittarelli Rubboli, delegato dalla presidente Cristina Colaiacovo, che ha rimarcato,
tra l’altro, l’importanza di tenere viva la storia e di ricordarsi ‘chi siamo e da dove veniamo’.
“Siamo convinti, oggi ancora di più – ha detto -, di aver finanziato un ottimo progetto
culturale”.

Il presidente del Gruppo archeologico ‘Noukria’, Angelo Brancaleone è entrato, in estrema
sintesi, nell’illustrazione degli appuntamenti culturali, tra cui il convegno di sabato 16 luglio
al quale prenderanno parte nomi di altissimo prestigio a livello nazionale ed europeo.
Soddisfazione per come sta procedendo l’organizzazione e soprattutto per aver messo la
firma su un evento di altissima valenza storica e culturale è stata espressa dal presidente
dell’Ente Palio dei Quartieri, Vincenzo Pierantoni.

Il programma di ‘NOCERA LONGOBARDA’ prevede:

Venerdì 15 luglio: cerimonia d’apertura alle ore 18.30 presso gli Antichi Lavatoi per poi
spostarsi al ‘Convivium’ (Piazza San Filippo) cena con animazione curata dal gruppo
‘Micrologus’.

Sabato 16 luglio: dalle ore 10, Sala convegni Domus Ecclesie, Convegno ‘I Cibi dei
Longobardi’, a seguire (ore 18) visita guidata nei musei della città. È prevista anche
l’importante inaugurazione della mostra “Il filo della storia: Longobardi” (Museo
archeologico). Alle ore 20.30 l’atteso appuntamento con la ‘Cena Longobarda’ (Piazza
Caprera) dove alcuni gruppi, in costumi d’epoca, daranno vita a straordinarie animazioni.

Domenica 17 luglio: il “Mondo Longobardo” (Giardini pubblici-Piazza Umberto I):
rievocazioni storiche e didattiche. Alle ore 16 (Piazza Umberto I) i ‘Giochi tribali dei
Longobardi) a cura dei gruppi storici ‘Invicta Lupi di Romans d’Isonzo (Gorizia) e
‘Fortebraccio Veregrense di Montegranaro (Fermo).

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!