Nasce l’associazione culturale “I Cammini degli Appennini”

Nasce l’associazione culturale “I Cammini degli Appennini”

Finalità sociali e culturali per il progetto che si propone di valorizzare l’Appennino centrale tra storia e natura

share

È stata presentata questa mattina (sabato 19 maggio), negli spazi della storica Libreria Paci di Città di Castello, l’associazione culturale “I Cammini degli Appennini”, nata con finalità sociali e culturali di valorizzazione del territorio dell’Alta Valle del Tevere dal punto di vista storico e naturalistico.

Il progetto nasce dalla passione di un gruppo di giovani altotiberini e si occupa di organizzare camminate nell’Appennino Centrale, con particolare attenzione alla Valtiberina umbro-toscana, che si svolgono nell’arco di una giornata, con momenti conviviali e di intrattenimento, accompagnati da Giovanni Cangi, esperto di storia e architettura. Non mancano precise finalità benefiche, visto che una parte delle offerte raccolte durante le iniziative viene destinata ai progetti di volontariato dell’associazione “Altotevere senza frontiere Onlus”.

Crediamo che la pratica del camminare sia un modo per prendersi cura di noi stessi, degli altri e della natura. Camminare per ritrovare i ritmi del nostro corpo, osservare, ascoltare, parlare e ridere, staccare la spina dalla quotidianità e dedicare il giusto tempo a noi stessi. Camminare insieme per condividere momenti di meraviglia, di riposo, di immersione nella natura, ​per vivere con serenità giornate all’insegna della semplicità. Camminare per immergerci in un paesaggio affascinante che troppo spesso finiamo per vedere solo da lontano e all’orizzonte. Camminare per vivere il presente”: questo lo spirito alla base della neonata associazione illustrati dai giovani volontari dei Cammini degli Appennini, rappresentati da Maddalena Lepri. Insieme a loro l’ingegnere Giovanni Cangi (“Iniziative come questa – ha affermato – mettono a frutto e fanno vivere anni di ricerche sul territorio”) e l’assessore alle Politiche sociali Luciana Bassini, che ha espresso piena soddisfazione per l’iniziativa, lodando l’organizzazione.

Hanno già riscosso grande partecipazione i primi due appuntamenti promossi dai Cammini degli Appennini, l’anello di Monterchi-Lippiano e l’anello di Marzana, con oltre 200 partecipanti. La presentazione dell’associazione avviene alla vigilia della terza iniziativa: l’anello di Monte Cedrone che andrà in scena domani (domenica 20 maggio), partendo alle 9.30 da Villa Montesca. Un percorso per riscoprire mille anni di storia altotiberina raccontata dai luoghi, dall’arte, dall’architettura e dalle fortificazioni. Il cammino toccherà l’eremo e le fonti di Buon Riposo, la collina di Varzo, il Monte Citerone, Uppiano con la chiesa di San Donato e la collina di Sant’Angiolino.

Non mancano i progetti per il futuro: come annunciato in conferenza stampa, nei mesi estivi saranno organizzate iniziative originali, come passeggiate pomeridiane con cena e serata sotto le stelle e concerti in scenari naturali particolarmente suggestivi.

share

Commenti

Stampa