Movimento dello sconforto generale, arriva una ricicleria: cos'è e come funziona - Tuttoggi

Movimento dello sconforto generale, arriva una ricicleria: cos’è e come funziona

Flavia Pagliochini

Movimento dello sconforto generale, arriva una ricicleria: cos’è e come funziona

Gio, 17/09/2020 - 08:37

Condividi su:


L'obiettivo del gruppo 'fondato' da Alex Trabalza è dare una nuova vita agli oggetti rotti o vecchi, ma anche diventare un punto di aggregazione per l'assisano e il bastiolo

Donare una seconda vita agli oggetti rotti, che verranno riparati, o scartati perché vecchi. Ma anche creare un punto di incontro per cittadini, grandi – ad esempio offrendo loro il servizio di ritiro analisi – e piccoli, con la biblioteca e la videoteca e un angolo giochi. Il Movimento dello Sconforto Generale fa un ulteriore passo in avanti, e dopo anni itineranti passati a ripulire le zone, dell’assisano ma non solo, dove gli incivili creano discariche a cielo aperto, trova una sede, in via Croce a Petrignano, dove creare una ricicleria, ma anche una banca del tempo e un punto aggregativo.

La ricicleria è partita a metà settembre, è aperta tutte le mattine dalle 9 alle 12.30 e il martedì / giovedì / sabato dalle 15 alle 19. “Abbiamo collezioni, oggetti funzionanti o ancora troppo belli per essere destinati al cassonetto. Proveremo ad aggiustarli o a progettarli per una nuova vita – anticipa Alex Trabalza, anima del Movimento dello Sconforto Generale – svuoteremo garage e cantine e se il rifiuto lo portate voi da noi ve lo paghiamo 2 euro oppure lo barattiamo. Nelle vicinanze della sede metteremo a disposizione la raccolta di alluminio e per chi ci vive intorno sarà una liberazione visto la scomodità di dover portare tutto all’isola ecologica. All’esterno ci sarà anche una biblioteca e cineteca sempre aperta e libera a tutti. Prendete, portate leggete e guardate…”.

Ma alla recicleria del Movimento dello Sconforto Generale nasce anche una banca del tempo, uno scambio di professioni per cui, ad esempio, chi ha bisogno di un’ora di muratore può mettere a disposizione un’ora di avvocato. “Un primo giorno che aspettavo con ansia – racconta Trabalza il giorno dopo l’inaugurazione – lo aspettavo da talmente tanto che quasi dalla tensione me lo stavo perdendo. Ma poi in un pomeriggio umido e caldo, il tutto si trasforma in un’esperienza che in parte segna un tratto del mio, del nostro cammino. Ciò che caratterizza il tutto non sono tanto gli oggetti/ rifiuti che sono andati ad essere utili di nuovo o quelli che ci hanno portato per reinventarli per una nuova vita, ma – conclude Alex – i sorrisi e l’allegria”. Della prima giornata e delle molte altre che il Movimento dello sconforto generale ha in programma.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!