Mercatone Uno, 180 giorni ai commissari per salvare 4mila lavoratori - Tuttoggi

Mercatone Uno, 180 giorni ai commissari per salvare 4mila lavoratori

Sara Minciaroni

Mercatone Uno, 180 giorni ai commissari per salvare 4mila lavoratori

L'azienda ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria. Verini a sindaco Magione "Pd segue vertenza"
Mer, 08/04/2015 - 21:50

Condividi su:


Mercatone Uno, 180 giorni ai commissari per salvare 4mila lavoratori

Il Gruppo Mercatone Uno è stato ammesso alla procedura di amministrazione straordinaria. Il decreto firmato dal ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi prevede altresì la nomina dell’organo commissariale. Sono stati nominati commissari straordinari: Vincenzo Tassinari, Ermanno Sgaravato e Stefano Coen.

Scatta ora una corsa contro il tempo per salvare il Mercatone Uno. I tre commissari, secondo la legge Marzano, avranno 180 giorni di tempo, più una eventuale proroga di 90 giorni, per proporre un piano di ristrutturazione che salvi i 34 punti vendita in via di dismissione e i 1200 lavoratori a rischio in tutta Italia.   La legge Marzano, approvata nel 2004, prevede questo tipo di procedura per le grandi aziende (come è successo ad Ilva e Alitalia), in stato di insolvenza, con più di 500 dipendenti e non meno di 300 milioni di euro di debiti. Proprio come il Gruppo Mercatone Uno che ha 4 mila lavoratori e un debito che supera i 400 milioni di euro.

Il punto vendita di Magione. “Con la decisione presa oggi al Mise di ammettere alla procedura di amministrazione straordinaria il Gruppo Mercatone Uno e con il contestuale decreto di nomina dei commissari straordinari firmato dal  Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, si apre una fase nuova, che porterá entro la fine di aprile ad un’offerta definitiva di acquisto da parte di investitori, sulla quale occorre vigilare perché questo passaggio garantisca i posti di lavoro e consenta l’apertura di nuove prospettiva di rilancio”. Lo ha dichiarato in una nota il deputato PD Walter Verini che in un colloquio con il sindaco di Magione Giacomo Chiodini ha confermato “l’impegno dei parlamentari Pd a seguire la vertenza e a sostenere le iniziative dei sindacati e delle istituzioni comunali e regionali”. “È ora necessario – conclude Verini – che questa fase sia seguita dal Ministero con l’obiettivo di tutelare i punti vendita e con questi il destino di tanti lavoratori, come quelli del centro Mercatone Uno di Magione.”

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!