L'imprenditore Matteo Minelli a 'I Soliti Ignoti', "Sì, sono io che produco birra con l'aria" - Tuttoggi

L’imprenditore Matteo Minelli a ‘I Soliti Ignoti’, “Sì, sono io che produco birra con l’aria”

Davide Baccarini

L’imprenditore Matteo Minelli a ‘I Soliti Ignoti’, “Sì, sono io che produco birra con l’aria”

Il leader del Birrificio Flea "identità misteriosa" nel programma di Rai Uno condotto da Amadeus
Mer, 31/10/2018 - 10:33

Condividi su:


L’imprenditore Matteo Minelli a ‘I Soliti Ignoti’, “Sì, sono io che produco birra con l’aria”

“Sono Matteo, ho 38 anni e vengo da Gualdo Tadino in provincia di Perugia”. In moltissimi, ieri sera (martedì 30 ottobre), avranno riconosciuto subito “l’identità misteriosa” che si è presentata così nel programma “I Soliti Ignoti”, il pre-serale di Rai Uno condotto da Amadeus.

La concorrente in gioco, una studentessa di Cosenza, c’è arrivata poco dopo, usando anche l’aiuto dell’“incontro ravvicinato” per scrutare meglio da vicino mani e vestiario dell’imprenditore Matteo Minelli, fondatore del Birrificio Flea e ideatore, insieme ad Alessio e Martina Lucattelli, della innovativa “Sans Papiers-Biere de l’Air”. Al primo tentativo la ragazza calabrese ha infatti scelto giustamente di abbinare all’ “ignoto” Matteo l’opzione “produce birra con l’aria”, accumulando al suo bottino provvisorio ben 30.000 euro.

Un’occasione di ribalta nazionale anche in tv, dunque, per Minelli che, sollecitato da un curioso Amadeus, ha spiegato come il suo progetto rappresenti “l’applicazione perfetta del concetto di economia circolare. Per fa la nostra birra, infatti, utilizziamo acqua estratta direttamente dall’umidità dell’aria”. Ai complimenti del conduttore si sono aggiunti anche gli applausi dell’intero studio.


Condividi su:


Aggiungi un commento