Lega Spoleto, spaccata la vetrata della sede | Foto

Lega Spoleto, spaccata la vetrata della sede | Foto

Già nel 2015, subito dopo l’inaugurazione della sede della Lega in via XXV Aprile era successo un episodio simile | Indagini in corso

share

Spaccata la vetrata posteriore della sede della Lega di Spoleto, in via XXV Aprile. Del fatto se ne sono accorti oggi i rappresentanti locali del Carroccio (partito attualmente commissariato e guidato dal giovane consigliere comunale Riccardo Fedeli) che hanno sporto denuncia alla polizia.

Uno dei quadranti della porta a vetri che dà sul retro del locale è stato danneggiato anche se il vetro ha resistito all’urto. Non è chiaro se si sia trattato di un mero atto vandalico, volto a creare danni alla sede, oppure un tentativo di effrazione non riuscito. Era successo lo stesso quattro anni fa – era il marzo 2015 – all’indomani dell’inaugurazione dei locali. In quel caso addirittura un martello era rimasto incastrato nel vetro.

Sul posto sono quindi giunti gli agenti del commissariato di polizia di Spoleto alla ricerca di elementi utili a poter identificare l’autore o gli autori della spaccata.

A dare notizia di quanto accaduto è stata mercoledì sera la stessa sezione cittadina del partito guidato da Matteo Salvini, attraverso la propria pagina Facebook. “Dei vandali ignoranti – scrive la Lega Spoleto nel social network – hanno spaccato il vetro della porta d’ingresso posteriore della sede della Lega di Spoleto. Forse cercavano di entrare o forse volevano provocare dei danni per tentare di spaventarci. Non ci sono riusciti e non ci riusciranno mai. Tutto l’odio riversato nei nostri confronti non fa altro che darci forza e renderci ancora più determinati nel raggiungimento dei nostri obiettivi. A queste intimidazioni rispondiamo con il lavoro e l’impegno quotidiano nei confronti del cittadino e del territorio. Un ringraziamento particolare agli agenti di Polizia e ai Carabinieri che sono subito intervenuti sul posto e stanno svolgendo le indagini del caso”.

Il post su Facebook ha in poco tempo ricevuto diversi attestati di solidarietà da parte di esponenti del Carroccio di altre città ma anche di rappresentanti di altre forze politiche sia di maggioranza che di opposizione.

share

Commenti

Stampa