Inaugurata la Nuova Fornace, “Restituita alla comunità importante zona del territorio”

Inaugurata la Nuova Fornace, “Restituita alla comunità importante zona del territorio”

Già consegnati due immobili ai nuovi inquilini | Tre le modalità di accesso alle nuove case, tramite un bando attivo fino al 30 novembre 2019

share

Taglio del nastro, questa mattina (sabato 28 settembre) per il complesso ‘Nuova fornace Umbertide social housing’, progetto abitativo di riqualificazione urbana che restituisce alla città una delle sue aree più belle e significative.

Rilevata nel giugno 2017 dal fondo Uni Hs Abitare, gestito da Finint Sgr, che ha come principali sottoscrittori Cdp Investimenti Sgr spa (Cassa depositi e prestiti) attraverso il Fondo investimenti per l’abitare, l’intera area è stata oggetto di profonde opere di ristrutturazione.

Ieri (venerdì 27) si è svolto l’open day che ha permesso di visitare gli appartamenti di via della Draga, terminato con l’inaugurazione ufficiale della struttura e la consegna dei primi due immobili ai nuovi inquilini. “Siamo veramente contenti – ha commentato Laerte Grimani, presidente di Coop Umbria casa –, perché siamo riusciti a rendere questo luogo di nuovo accessibile e fruibile a tutti. Iniziamo questa esperienza di housing sociale, dove l’inquilino e proprietario partecipano attivamente alla vita di comunità. Adesso, chiunque fosse interessato può prenotare un alloggio con il nuovo bando”.

Il complesso immobiliare Nuova fornace è composto da 14 edifici con parco condominiale e conta 56 alloggi, 6 case bottega, 16 residenze temporanee, 9 villette a schiera, 3 spazi commerciali e uno spazio direzionale. Al piano terra, a uso gratuito dei condomini, uno spazio sociale dove poter organizzare feste e incontri e uno spazio commerciale dedicato a Servizi locali urbani, locato a canoni calmierati.

Gli alloggi si rivolgono alle persone che sono nella cosiddetta ‘fascia grigia’, cioè che hanno un reddito troppo alto per accedere a un alloggio di edilizia residenziale pubblica ma non sufficiente per accedere ad un alloggio su libero mercato.

Tre le diverse modalità di accesso alle nuove case, tramite un bando attivo fino al 30 novembre 2019: ‘abito subito’, che prevede un contratto di affitto 4+4 anni, con una caparra del 10% del valore dell’appartamento e prezzo bloccato, e, in caso di acquisto alla scadenza, il 50% degli affitti e la caparra verranno scalati dal prezzo; ‘costo fisso’, che propone la sottoscrizione di un contratto di locazione con le spese condominiali in quota fissa e scontate per tutto il primo anno; infine ‘spazio al risparmio’, con uno sconto del 5% per i primi due anni sui contratti di locazione degli appartamenti più grandi. Tutte le informazioni sul bando e le modalità di accesso sono sul sito www.nuovafornace.it, curato dal gestore socio-immobiliare Social housing coop net in collaborazione con Coop Umbria casa.

Un nuovo modello di convivenza urbana, quindi, dove i residenti condividono luoghi e spazi e contribuiscono così alla creazione di una comunità sostenibile e solidale. Costruzione di comunità, ma anche un’importante operazione di rigenerazione urbana. “Oggi viene restituito un pezzo di territorio alla propria comunità – ha dichiarato Alessandro Villarini, assessore ai Lavori pubblici di Umbertide –, per questo è un giorno importante, significativo ed emozionante. La cittadinanza avrà l’opportunità di rendersi protagonista, insieme all’amministrazione, per il rilancio di questo pezzo importante del nostro Comune”.

share

Commenti

Stampa