Imprese del cratere post terremoto, arrivano 1,5 milioni: il bando - Tuttoggi

Imprese del cratere post terremoto, arrivano 1,5 milioni: il bando

Redazione

Imprese del cratere post terremoto, arrivano 1,5 milioni: il bando

Per le imprese del cratere attive nel terziario bando pronto a finanziare progetti del valore minimo di 20 mila euro e un massimo di 100mila euro. Domande dal 7 luglio a fine agosto
Ven, 03/07/2020 - 10:30

Condividi su:


Imprese del cratere post terremoto, arrivano 1,5 milioni: il bando

Fondi per le imprese nel settore dei servizi nell’area del cratere post terremoto in Umbria grazie alla Regione. Il bando è stato pubblicato come supplemento al Bollettino ufficiale (Bur) del 1 luglio e destina un totale di 1,5 milioni di euro di fondi europei per progetti del valore minimo di 20 mila euro e un massimo di 100mila euro.

Per le imprese bando per essere più innovative

Le aziende potranno così investire “nell’innovazione e nella qualità dei servizi e dei prodotti offerti”, come evidenzia l’assessore regionale a Turismo, Cultura, Programmazione europea, Paola Agabiti (nella foto).

Con questo intervento – aggiunge Agabiti – vogliamo sostenere le realtà imprenditoriali nel loro cammino di riqualificazione e rilancio dopo un lungo periodo di difficoltà, favorendone la dotazione e l’adeguamento di strumenti digitali e non solo”.

I Comuni rientranti nel cratere umbro del sisma sono: Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera, Spoleto.

Le imprese a cui è rivolto il bando

Sono le imprese culturali, creative, dello spettacolo, commerciali, turistiche, di servizi, dell’artigianato artistico e sportive quelle che possono partecipare al bando. Il contributo è pari al 70% delle spese ritenute ammissibili.

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • a) i beni materiali ammortizzabili (beni strumentali quali, a titolo esemplificativo, impianti, macchinari, attrezzature, arredi, attrezzature sportive, per il divertimento e per il benessere) funzionali alla specifica attività d’impresa;
  • b) opere murarie strettamente connesse all’implementazione dei beni di cui alla precedente lettera a), nel limite massimo del 10% della spesa relativa allo specifico bene a sono correlate;
  • c) prodotti hardware coerenti all’attività svolta;
  • d) prodotti software coerenti all’attività svolta;
  • e) realizzazione o potenziamento del sito web;
  • f) realizzazione o potenziamento di sistemi di promozione, prenotazione e/o vendita on line.

Sono ammissibili le spese sostenute a decorrere dal giorno successivo al 24 agosto 2016 purché, alla data di presentazione della domanda, non sia stato già ultimato il progetto di investimento.

Particolare attenzione viene data ai progetti che interessano imprese in cui sia rilevante la presenza giovanile.

Domande dal 7 luglio al 31 agosto

La compilazione delle domande di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuata a partire dalle ore 10:00:00 del 7 luglio 2020 e fino alle ore 12:00:00 del 31 agosto 2020 utilizzando esclusivamente il servizio on line raggiungibile all’indirizzo https://serviziinrete.regione.umbria.it/

Qui il bando integrale.