Imbrattata con bombolette spray la zona della Movida | Ecco le foto

Imbrattata con bombolette spray la zona della Movida | Ecco le foto

Scritte e murales sulla biblioteca comunale, Palazzo Deli, Palazzo Trinci e la chiesa di Sant’Apollinare

share

L’area della Movida folignate è stata letteralmente presa d’assalto, questa notte, da vandali ‘armati’ di bombolette spray che hanno vergognosamente deturpato con graffiti e scritte alcuni edifici pubblici e privati. Nel mirino dei cosiddetti writer – o forse sarebbe meglio definirli imbrattamuri – la centralissima biblioteca comunale ‘Dante Alighieri’ oltraggiata proprio nella parete d’ingresso dell’Archivio di Stato e della Biblioteca Ragazzi in piazza del Grano.

Presa di mira anche la saracinesca di un locale particolarmente frequentato ed apprezzato, sempre in piazza del Grano proprio difronte alla biblioteca così come le mura dell’edificio che si estende sino a via Benaducci. Sfregiato lo storico Palazzo Deli, tra le dimore gentilizie più belle ed importanti del circuito dei palazzi nobiliari cittadini: le scritte si estendono da piazza del Grano sino a piazza Don Minzoni fulcro stesso del quadrilatero della Movida. Scritte di colore viole, non solo antiestetiche ma anche di notevoli dimensioni e quindi particolarmente impattanti.


Commerciante assalito in Corso Cavour, la questione sicurezza diventa un caso politico


Nel mirino anche la facciata, recentemente restaurata Chiesa di Sant’Apollinare o della Morte, proprio all’angolo con piazza Don Minzoni. Un episodio che ha indignato non solo gli operatori ed i frequentatori della zona, ma l’intera città, anche in considerazione del fatto che sono stati presi di mira edifici di assoluta rilevanza storico culturale. Accertamenti sono stati svolti sia dalla Polizia Municipale che dalla Polizia di Stato, saranno passati al setaccio i filmati delle telecamere di videosorveglianza, poste proprio a ridosso dell’area colpita dal raid vandalico.

I vandali non hanno risparmiato nemmeno la nuova porta di un locale di Palazzo Trinci, ancora in fase di restauro e la stessa facciata dell’edificio.

 

share

Commenti

Stampa