"Il casino delle musiche", a Terni 'la musica' non cambia - Tuttoggi

“Il casino delle musiche”, a Terni ‘la musica’ non cambia

Luca Biribanti

“Il casino delle musiche”, a Terni ‘la musica’ non cambia

Lun, 15/11/2021 - 18:34

Condividi su:


Casa delle Musiche, approvato all'unanimità atto di indirizzo del M5S per ripristinare le condizioni di sicurezza essenziali della struttura

La Casa delle Musiche di Terni continua a far discutere per lo stato di degrado e di abbandono in cui versa ormai da anni. Durante il consiglio comunale di questa sera, lunedì 15 novembre, il M5S ha illustrato un atto di indirizzo (firmato anche da alcuni membri dell’opposizione tra cui il capogruppo del Pd, Francesco Filipponi) con il quale ha invitato l’amministrazione a intervenire quantomeno per mettere in sicurezza la struttura e l’area che è diventata luogo di spaccio e di bivacchi più o meno leciti. L’atto è stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale con 29 voti favorevoli.

“Il casino delle musiche”

Già nel 2017 Tuttoggi si era occupato del degrado dell’area e, sempre nello stesso anno, su sollecitazione dell’allora consigliere Enrico Melasecche, c’era stato un sopralluogo della IV Commissione Vigilanza e Controllo per portare all’attenzione dell’esecutivo di allora una situazione di degrado che era finita, nel 2019, su Striscia La Notizia con il servizio “Il casino delle musiche”. Da allora ‘la musica’ non è cambiata.

Atti vandalici in serie

In seguito alle continue segnalazioni dei cittadini sulla mancanza di decoro dell’area, il M5S ha presentato un atto per chiedere il ripristino delle condizioni base di sicurezza per tutto il quartiere di Borgo Bovio. L’amministrazione comunale era intervenuta per chiudere le porte di accesso già manomesse (che sono state nuovamente danneggiate) e, in aggiunta, anche le finestre sono state spaccate per avere facile accesso ai locali interni della struttura.

Masselli “Ripristineremo sicurezza”

Nell’ambito della discussione è intervenuto anche l’assessore Orlando Masselli che ha sottolineato come la struttura continui ad essere bersaglio di atti vandalici: “Hanno nuovamente divelto le porte, hanno sfasciato i vetri sul retro – ricorda l’assessore – e sembra non esserci fine a questa situazione. Ripristineremo la funzionalità delle porte e delle finestre per riportare un minimo di sicurezza. L’atto è condivisibile – aggiunge Masselli – e speriamo di poter mettere anche telecamere di videosorveglianza per fare da deterrente a eventuali malintenzionati. Bisogna trovare qualcuno a cui dare in concessione la struttura per farla vivere per lo scopo per il quale è nata. Con l’assessore Cecconelli stiamo cercando di trovare una soluzione in questo senso”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!