Il Calendimaggio di Assisi 2018 entra nel vivo: svelate le 10 Madonne Primavera e la giuria

Il Calendimaggio di Assisi 2018 entra nel vivo: svelate le 10 Madonne Primavera e la giuria

Si parte il 2 maggio: i tre giurati che decideranno il vincitore (tra cui il regista di Braccialetti Rossi)

share

Il Calendimaggio di Assisi 2018 entra nel vivo: dal due al cinque maggio la città si rituffa nel Medioevo. In attesa della sfida tra Magnifica e Nobilissima, le due Parti hanno presentato le loro dieci regine della Festa (protagoniste della giornata di giovedì, quando gli atleti rossi e blu si sfideranno per consentire alle cinque Madonne della loro fazione di essere incoronata regina della Festa). Per Parte de Sopra, sono state scelte Lucrezia Rossi, Elena Pompili, Alice Sannipola, Giulia Giubilei, Emma Menzolini; Parte de Sotto risponde con Giada Poggi, Sofia Simonelli, Benedetta Sforna, Carolina Ranchicchio e Maria Sole Pastorelli.

Il 25 aprile è stata inoltre presentata la giuria che deciderà l’edizione 2018 del Calendimaggio di Assisi, permettendo alla Parte vincente di portarsi avanti nella sfida dei Palii vinti. Anche per questo i Priori Maggiori caricano i rispettivi partaioli: “Abbiamo lavorato tanto e pensiamo di essere competitivi in tutti i settori – spiega il Nobilissimo Aleardo Pelacchi – ma il possibile sorpasso della Magnifica, di cui abbiamo rispetto ma non paura, non deve diventare motivo di ansia. Per vincere serve fare una bella Festa, e in Parte de Sopra sappiamo farla”. Ma Parte de Sotto non ha timore: “Al Calendimaggio nessuno va per partecipare – spiega il Magnifico Priore Massimiliano Della Vedova – entriamo in piazza a testa alta, consapevoli di poter fare un’ottima Festa. Questo inverno abbiamo lavorato bene, siamo molto affiatati, siamo pronti e vogliamo vincere”.

Le Madonne di Sopra

A giudicare il lavoro delle Parti, come detto, tre giurati. Per il settore spettacolo ci sarà il regista Giacomo Campiotti, aiuto regista di Mario Monicelli e autore di corti diretti da Ermanno Olmi che ha esordito nel 1989 con il lungometraggio “Corsa di primavera”, che vinse il Giffoni Film Festival come miglior film ed ottenne ulteriori premi presso Festival internazionali.  Il suo secondo film, “Come due coccodrilli”, con Giancarlo Giannini, Valeria Golino e Fabrizio Bentivoglio, viene candidato come miglior film straniero ai Golden Globes: tra i suoi ultimi lavori, la pluripremiata serie Rai Braccialetti Rossi.

Le Madonne di Sotto

A decidere per il settore storico è chiamato il professor Paolo Pirillo, professore ordinario all’Università di Bologna, si è laureato in Lettere presso l’Università degli studi di Firenze, con una tesi in storia medievale. Nel 1993, prende servizio come Ricercatore presso la Facoltà di Magistero e il Dipartimento di Paleografia e Medievistica dell’Università degli Studi di Bologna, di cui è diventato professore associato nel 2000 e, a seguire, professore associato.

Per il settore musicale, infine, l’Ente Calendimaggio ha chiamato Michele Josia, concertista in Italia e all’estero e compositore di colonne sonore che dal 2003 si è trasferito in Slovenia; è attualmente direttore del Coro da Camera Ipavska, una delle più prestigiose formazioni corali a livello nazionale ed internazionale e ha al suo attivo numerosi concerti e 11 registrazioni discografiche come direttore e vice-direttore di coro. Con i cori da lui diretti, ha ottenuto premi in concorsi corali regionali, nazionali e internazionali.

share

Commenti

Stampa