"Gubbio Cultura Multiservizi", buco da oltre 1 milione di euro nel bilancio - Tuttoggi

“Gubbio Cultura Multiservizi”, buco da oltre 1 milione di euro nel bilancio

Redazione

“Gubbio Cultura Multiservizi”, buco da oltre 1 milione di euro nel bilancio

Il sindaco Stirati "Sarà il Consiglio Comunale a decidere se ricapitalizzare o liquidare la società"
Dom, 03/07/2016 - 10:20

Condividi su:


E’ grave la situazione finanziaria e contabile in cui versa la società Gubbio Cultura Multiservizi, che gestisce, per conto del Comune, vari servizi dal museo, al parcheggio, alla farmacia, dalla scuola di musica a quella di liuteria.

Lo hanno spiegato in conferenza stampa, dopo una riunione, svoltasi con i circa 40 dipendenti (con varie forme di assunzione e collaborazione), il sindaco Filippo Mario Stirati, che rappresenta il socio unico comunale, e l’amministratore della società Alessandro Brunetti, nominato dal primo cittadino stesso il 3 maggio scorso, a conclusione di un percorso di selezione professionale e curriculare. “Non appena ci siamo resi conto delle pesanti zone d’ombra nei bilanci della ‘Gubbio Cultura Multiservizi’, dopo la mancata approvazione del bilancio 2015 – ha dichiarato il sindaco Stiratiabbiamo scelto un percorso chiaro e trasparente da condividere con il Consiglio Comunale e con i cittadini, secondo principi di correttezza e legalità che contraddistinguono la nostra azione amministrativa. Su questa strada andremo fino in fondo, ben consapevoli dalla gravità e delicatezza della situazione“.

Presentato dall’allora amministratore Roberto Tanganelli, il bilancio 2015 registrava, in una prima stesura, un attivo di 4 mila euro ed era stato respinto dal revisore dei conti Fabiola Sebastiani e poi, in una seconda stesura, una perdita di  oltre 20 mila euro, anch’esso  respinto dal Comune. “La realtà dei fatti e dei conti è molto più grave – ha precisato il sindaco – ed emerge una situazione deficitaria pesante negli ultimi tre anni, con un divario notevole tra quanto dichiarato e quanto veritiero. Il giorno 8 luglio ci sarà l’assemblea societaria e la relazione dell’amministratore Brunetti riporterà una ricognizione esatta della situazione attuale, con i debiti e le fragilità accumulate nel tempo, e ipotesi di ristrutturazione e riconversione che possano consentire di superare questa fase”.

Brunetti ha poi sciorinato cifre e buchi di bilancio: “E’ stato un lavoro duro e delicato, che ha evidenziato un attuale passivo di 1 milione e 35 mila euro riferito al bilancio 2015, al quale vanno aggiunte le somme dovute ai creditori, per pagamenti fermi, per 400 mila euro, con il rischio di crediti ingiuntivi da parte dei fornitori. Ipotesi che farebbe scattare l’intervento della Corte dei Conti. La situazione debitoria della ‘Gubbio Cultura Multiservizi’ è iniziata dopo il 2012, poiché fino a quel momento il Comune ripianava il disavanzo, che è invece cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi tre anni. Fra l’altro, a partire da quest’anno,  non sarà più possibile un bilancio  separato da quello comunale, con il rischio di trascinare in perdita quest’ultimo”.

Sarà il Consiglio Comunale a decidere la strada da prendere – ha concluso il sindaco Stirati se ricapitalizzare o liquidare la società. Ipotesi questa che metterebbe a serio rischio posti di lavoro e servizi importanti. Fra l’altro, il Comune è creditore di varie migliaia di euro e vanno recuperate tali risorse, che altrimenti si perderebbero. Dovremo valutare anche le eventuali responsabilità di chi ha gestito finora la situazione e deve rispondere alla collettività del suo operato”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!