Gubbio, adottata dal Consiglio comunale la variante al Prg

Gubbio, adottata dal Consiglio comunale la variante al Prg

Il sindaco “Declassificazioni complessive di oltre 48 ettari, che tornano ad essere aree agricole”

share

Il Consiglio comunale di Gubbio, nei giorni scorsi, ha adottato la variante al Piano Regolatore Generale sia per la parte strutturale che per quella operativa.

Si completa un percorso che ha visto fortemente impegnata la 2^ Commissione Consiliare – precisa il sindaco – in un lavoro che ha portato a definire e deliberare un impegno assunto dall’attuale amministrazione comunale fin dal suo insediamento. Con tale adozione si provvede all’adeguamento delle norme che si sono succedute in questi anni e si dà corso alla declassificazione di aree attualmente edificabili per 356.818,35 mq (circa 35 ettari), con l’adozione di declassificazioni complessive di oltre 48 ettari, distribuiti su tutto il territorio, che tornano ad essere aree agricole, dando così risposte alle tante sollecitazioni pervenute dai cittadini”.

Nel corso di questi anni, ripartendo dal 2007, sono tante le aree edificabili che non hanno trovato realizzazione e che hanno portato i cittadini a dover pagare l’Imu senza avere benefici in un contesto di previsione di città sovradimensionata. Si è pertanto deciso di procedere a tale declassificazione perfezionando il tema delle opere di urbanizzazione, in un quadro di minor consumo di suolo pubblico, lavorando sulla qualità e non sulla quantità

I cittadini potranno prendere visione della variante e presentare osservazioni non appena la delibera sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria. Della pubblicazione da parte della Regione il Comune di Gubbio, attraverso i suoi uffici, i media e internet, darà ampia comunicazione.

share

Commenti

Stampa